“ASSISI ANTIQUARIATO”, PREZIOSE RARITÀ IN MOSTRA

ASSISIantiquariato
AssisiAntiquariato

(UJ.com3.0) BASTIA UMBRA – La storia e il prestigio, l’eccellenza, l’eleganza e le suggestioni del passato, oggetti unici e preziosi da portare a casa: dal 20 aprile al 1° maggio torna “Assisi Antiquariato”, appuntamento di lusso per tutti gli amanti dell’arte antica. E’ un punto di  riferimento irrinunciabile per appassionati del settore, studiosi, professionisti e operatori economici, semplici curiosi a caccia di emozioni. La 41esima edizione della mostra mercato nazionale – una delle più affermate e visitate d’Italia, anche quest’anno sono attese migliaia di persone da ogni regione – si svolgerà nei padiglioni del Centro Umbriafiere di Bastia Umbra, a due passi da Assisi, dove una equipe di scenografi ha creato un ambiente (8mila metri quadrati di esposizione) accogliente e raffinato.

 

Una ottantina di espositori italiani e stranieri – in pratica il meglio di ciò che offre il panorama attuale dell’antiquariato – proporranno al pubblico preziose rarità, autentici oggetti del desiderio, rigidamente selezionati da una commissione di esperti. La qualità al centro di tutto, dicono gli organizzatori del Centro Internazionale Manifestazioni d’Arte. Si potranno ammirare e acquistare mobili di tutte le epoche e provenienze, con prevalenza di pezzi dal Centro-Nord: cassettoni, tavoli, ribalte, librerie e sedie. Grande spazio anche ai dipinti: dai lavori di alcuni grandi maestri del ’400 alle nature morte del ’600. Da non perdere poi le sculture, i reperti archeologici, i complementi di arredo, gli argenti, i gioielli, le icone russe, i libri antichi e le stampe, gli orologi, i tappeti, i bronzi e le porcellane di raffinata qualità. Insomma, l’affresco disegnato da “Assisi Antiquariato” è completo e variegato. Per la qualità degli espositori e per la quantità degli oggetti in vetrina è semplicemente una mostra al top, un crocevia fondamentale per gli innamorati dell’arte e della cultura.

 

 

Orari di apertura:  dalle 10 alle 20 (continuato): il 20, 21, 25, 27, 28 aprile e 1° maggio

dalle 15 alle 20: il 22, 23, 24, 26, 29 e 30 aprile

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*