Aperta tutti i giorni la mostra ‘Arte e follia. Antonio Ligabue Pietro Ghizzardi’

Mostra Arte e follia, Antonio Ligabue, Pietro Ghizzardi, Gualdo Tadino
Mostra Arte e follia. Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi a Gualdo Tadino

(umbriajournal.com) by Avi News GUALDO TADINO – “Non è pittore chi non mette nei quadri le bestie”. Con questa filosofia Antonio Ligabue ha regalato un patrimonio unico di opere che vedono rappresentato un mondo veemente, fantastico e vibrante di colori ed emozioni. A Gualdo Tadino continua il grande successo di pubblico della mostra “Arte e Follia. Antonio Ligabue-Pietro Ghizzardi”, a cura di Vittorio Sgarbi, ospitata fino al 30 ottobre nella Chiesa di San Francesco. L’esposizione, aperta tutti giorni, ha visto la consulenza scientifica del Centro Studi e Archivio Antonio Ligabue di Parma, con l’organizzazione di Augusto Agosta Tota e il coordinamento di Catia Monacelli. Ogni sabato e domenica alle 16, inoltre, apre le porte con una speciale visita guidata che conduce lo spettatore nel misterioso mondo di due artisti che hanno saputo raccontare, ognuno a suo modo, un’esistenza in bilico tra arte e follia. La mostra ospita ottanta opere, di cui 54 del maestro Ligabue, che raccontano un linguaggio espressivo unico e personale. “Ligabue e Ghizzardi – spiega Sgarbi – hanno conosciuto la marginalità sociale, le difficoltà dell’esclusione e della povertà, la modestia di una formazione e di un bagaglio culturale che li obbligava a cercare in se stessi i motivi per un’iconografia che ricostruisse il loro mondo fantastico. Entrambi hanno quindi creato un linguaggio artistico assolutamente personale, al di là ed al di fuori di scuole, di maestri e di modelli. Entrambi hanno raggiunto vette di altissimo livello per cui si possono oggi considerare, a pieno titolo, maestri geniali dell’arte del XX secolo”. L’evento è promosso da Comune e Polo Museale di Gualdo Tadino, Regione Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Main sponsor l’azienda Rocchetta. “La città di Gualdo Tadino, con orgoglio – spiega il primo cittadino Massimiliano Presciutti –, seguendo una tradizione ormai consolidata, legata ai primitivi moderni, si apre al mondo con un progetto di rilevanza nazionale, portando già in questi primi mesi oltre 4mila presenze”. È possibile visitare la mostra tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Per informazioni: 0759142445, info@roccaflea.com.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*