Anziani, con “Stop & go” uno sportello di ascolto alla Fiera dei Morti

FontenuovoFino al 5 novembre, in occasione della Fiera dei Morti di Perugia, a Pian di Massiano, ritorna l’iniziativa “Stop & go”. Una pausa accogliente e un momento di confronto e consulenza per i visitatori anziani della fiera. Si tratta di un progetto della Fondazione Fontenuovo Onlus rivolto, appunto, alle nonne e ai nonni della città; un servizio di ascolto circa i bisogni della terza età e allo stesso tempo un luogo informale dove poter parlare, confrontarsi o semplicemente prendersi comodamente un caffè. Come spiegano da Fontenuovo: “se hai oltre 65 anni, sei un familiare o ti occupi di una persona anziana e hai una domanda da rivolgere, una soluzione da trovare, un suggerimento da offrire o da richiedere, vienici a trovare. Inoltre, in alcuni momenti prestabiliti saranno presenti una psicologa, un fisioterapista, un assistente sociale e un educatore che forniranno consulenze gratuite”. Lo spazio è allestito con divanetti e poltrone. Un luogo informale, ma accogliente, dove incontrarsi e informarsi. Tra gli appuntamenti: martedì 3 novembre, dalle 10 alle 12, sarà presente un fisioterapista per consulenze gratuite; mercoledì 4, dalle 15 alle 17, uno psicologo sarà a disposizione per consulenze private. Fino a dicembre saranno molti gli appuntamenti in programma tra convegni, sportelli informativi, seminari, mostre, programmi radiofonici di approfondimento, arte e musica. Una serie di eventi rivolti alle persone anziane in primis, agli operatori e addetti ai lavori, ma anche a tutte le famiglie e ai giovani di Perugia, in un’ottica di informazione e condivisione, ma soprattutto di scambio intergenerazionale. La Residenza Fontenuovo – centro d’eccellenza regionale per l’accoglienza, l’assistenza e il recupero degli anziani, struttura che ospita a Perugia 90 persone anziane non autosufficienti e che impiega oltre 109 tra addetti, medici, specialisti e personale – compie 130 anni. Con queste iniziative intende “aprire le porte” della Residenza per promuovere e proporre la cultura della terza e quarta età, tanto necessaria in questo tempo nel quale l’anziano, spesso se disabile, rischia di essere considerato un “problema” anziché una risorsa. Per il programma completo consultare il sito web della Fondazione Fontenuovo. Le iniziative sono aperte a tutta la cittadinanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*