Ambiente, l’allarme da Assisi, disatteso articolo 9 della costituzione

Licenziata dipendente infedele, Comune Assisi parte civile, sospeso agente

“Ambiente e arte sono una risorsa nella loro fragilità e generano sentimenti per pensare e vivere nel miglior modo il mondo e la propria umanità. Il patrimonio artistico è spesso mal custodito o poco valorizzato, fragile e poco produttivo. La fragilità fa parte della condizione umana e non è un difetto, ma una risorsa e questo ci aiuta a combattere le tante miserie”,  ha dichiarato il custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, salutando i partecipanti al meeting internazionale “Nostra Madre Terra, la fragile bellezza” che per il decimo anno consecutivo si tiene ad Assisi sui temi dell’ambiente, arte e salvaguardia del creato.  Tantissimi i partecipanti che hanno preso parte all’evento e che in questi giorni assisteranno alle tavole rotonde. Domani alle 9.45 sarà il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ad aprire i lavori che si concluderanno con gli interventi di Vittorio Sgarbi, Lucia Annunziata, e Don Patriciello.

 “Senza bellezza non si può vivere” ha detto nel portare il suo saluto mons. Domenico Sorrentino, Vicepresidente della Ceu e Vescovo di Assisi, invitando “alla conversione alla bellezza attraverso la capacità, la volontà e lo sforzo di aprirsi, perché Dio possa rivelarsi attraverso le sue creature, come è stato per Francesco, e mettendoci in  grado di cantare la sua bellezza ed di custodirla per quanto merita, perché senza essa non si può vivere“.

Con il messaggio iniziale della prof.ssa Emilia Chiancone, Presidente Accademia Nazionale delle Scienze detta degli XL, si è dato il via alla prima sessione “Ambiente tra umanesimo e scienza” che ha visto la partecipazione di circa 300 tra studenti e convegnisti.  Nell’incontro della mattinata moderato da Francesco Giorgino sono intervenuti Mons. Mario Toso, Segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, Giuseppe Scarascia Mugnozza, Università della Tuscia, ed Enrico Garaci, Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL.

Ma quale bel paese. L’idea del bel Paese si è appassita. Nell’intera vicenda italiana manca il tratto conservatore. L’Italia non ha avuto culture conservatrici. I partiti hanno assestato un colpo mortale al bel paese per i propri interessi politici. La volontà popolare non ha avuto molto a cuore la salvaguardia del patrimonio nazionale. Non possiamo presentarci che con un rimorso delle nostre insufficienze sperando che le generazioni future che vivono la crisi della modernità sappiano fare meglio di noi”  ha dichiarato l’editorialista del Corriere della Sera, Ernesto Galli della Loggia, durante la seconda sessione moderata dalla giornalista de Il Messaggero Franca Giansoldati.

All’incontro ha partecipato ancheAndrea Carandini, Presidente del FAI che ha dichiarato: “L’articolo 9 della costituzione italiana, che parla di promozione e sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e della tutela del paesaggio e del patrimonio storico artistico della nazione, è stato disatteso“. La prima giornata di incontri si concluderà alle 17.00 con la tavola rotonda “La città periferia” con Massimo Cacciari e Roberto Olla.

I lavori del 18 settembre verranno aperti alle 9.30 dal Ministro dell’Ambiente e vedrà la partecipazione di Pietro Ciucci, Presidente dell’Anas, Vincenzo Soprano, Amministratore Delegato di Trenitalia, e di Bruno Fabbri, Strabag (Italia). Alla quinta sessione “Salvare la bellezza“, moderata da Paolo Rodari, vaticanista di Repubblica, parteciperanno il Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente CEU, Vittorio Sgarbi, critico d’arte,Lucia Annunziata, Direttore Huffington post, e Don Maurizio Patriciello, Parroco di Caivano.  La sessione conclusiva è affidata a Mons. Víctor Manuel Fernández, Rettore della pontificia Università cattolica argentina, sul tema “La bellezza del creato“.

Nostra Madre Terra, La fragile Bellezza è un evento organizzato dal Sacro Convento di Assisi, dall’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL, e dalla Conferenza Episcopale Umbra, in collaborazione con le Ferrovie dello Stato Italiane. Per maggiori informazioni e per seguire la diretta degli eventi www.sanfrancesco.org .

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*