Al via la sesta edizione della ‘Festa della Lavanda’ a Castelnuovo di Assisi

festa della lavanda, il lavandeto di assisi, castelnuovo di Assisi,
La presentazione della 'Festa della Lavanda' nella Provincia di Perugia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Tutto pronto per la sesta edizione della ‘Festa della Lavanda’, evento unico nel suo genere, dedicato alla pianta dai molteplici usi che si svolgerà nei due ettari di campi trasformati in giardino, a Castelnuovo di Assisi, con all’interno oltre cinquanta tipi di lavande a filari di colore rosa, blu, bianco, viola e lilla, ma anche altrettante varietà di salvie rare e tantissime piante aromatiche, comuni e insolite. La manifestazione che prenderà il via sabato 20 giugno e proseguirà la domenica e anche nei due weekend successivi, il 27 e 28 giugno e il 4 e 5 luglio, è organizzata dal vivaio ‘Il Lavandeto di Assisi’. A illustrare i dettagli dell’iniziativa sono stati, venerdì 12 giugno, i titolari della struttura e dell’omonimo negozio nel centro di Assisi, nonché ideatori dell’evento, Gino Perticoni e Lorena Fastellini, nella sala Pagliacci della Provincia di Perugia. Presenti anche Roberto Bertini consigliere provinciale di Perugia e Antonio Lunghi, vicesindaco di Assisi. “L’evento è nato per promuovere la bellezza del territorio – hanno spiegato Fastellini e Perticoni – , grazie allo splendido scenario dei campi di lavanda con il magnifico sfondo della città di Assisi. La festa sarà poi un’occasione per far conoscere la varietà di piante che la natura ci offre, proprio nel momento della loro fioritura”. “Gli organizzatori sono riusciti a coniugare la qualità dei prodotti con il marketing – ha affermato Lunghi –, infatti, hanno creato in questi due ettari di campi dei meravigliosi giardini e si sono fatti conoscere grazie anche all’ideazione di una manifestazione come questa”. Oltre agli stand del ‘Lavandeto di Assisi’ con piante di lavanda, aromatiche e salvie da fiore, ci sarà anche un’esposizione di vivaisti specializzati con collezioni botaniche rare quali agrumi, rose inglesi, rose moderne e antiche e erbacee perenni e di artigianato di qualità. “Quello del florivavismo è un settore in crescita – ha spiegato Bertini – basti pensare ai tanti eventi di questo genere che si susseguono in Umbria in questo periodo. Si tratta di un’opportunità economica importante per le aziende che vi partecipano che richiama tanti turisti appassionati del settore e non solo”.

La manifestazione prevede anche tante iniziative collaterali alla mostra mercato. Tra queste, visite guidate gratuite ai campi di lavanda, al giardino degli aromi e delle salvie ornamentali nelle sei giornate, in due momenti, alle 11 e alle 17, in cui sarà possibile ricevere preziosi consigli su coltivazione e potatura dagli organizzatori. Sarà, poi, spiegata la distillazione della lavanda e di piante aromatiche effettuata con un piccolo alambicco. Inoltre, diversi i corsi a cui potersi iscrivere: cesteria, macramè, pittura botanica, tisane, unguenti e oleoliti, e riconoscimento di erbe spontanee. In programma anche due concorsi, uno fotografico, organizzato dal circolo Cine foto amatori Hispellum, il cui primo classificato riceverà un premio in denaro del valore di 100 euro da spendere entro il 20 luglio a ‘Il Lavandeto di Assisi’. L’altro, ‘Il bouquet più bello’, prevede la realizzazione di un mazzo di fiori di lavande, il cui premio sarà il bouquet stesso e 40 euro da spendere sempre al vivaio. Previste poi, visite guidate al centro storico di Assisi e al Museo Diocesano. Tra le attività anche passeggiate a cavallo per adulti e bambini a cura del maneggio di Cannara Piandarca Horses o in carrozza. Ogni sabato sera, poi, si potrà degustare su prenotazione, alla ‘Tenuta del Perugino’ e al ‘Valle del Subasio’, una cena a tema con piatti conditi con erbe aromatiche e dolci alla lavanda.

Cristina Biondi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*