Al Quasar village estrazione premi del concorso Premiascuola 2015

premiascuola
I vincitori della Lim nel concorso Premiascuola 2015

Coinvolte nella finale oltre 135 scuole primarie e dell’infanzia della provincia di Perugia – Domenica 31 gennaio assegnati tablet, notebook, stampanti, proiettori e lim ai vincitori

(umbriajournal by Avi News) – CORCIANO Un’occasione per rinnovare il materiale didattico e informatico per le scuole primarie e dell’infanzia della provincia di Perugia. È stata quella offerta dal Quasar village di Corciano grazie al concorso Premiascuola 2015 che domenica 31 gennaio ha visto coinvolti oltre 135 istituti nell’estrazione finale dei premi avvenuta all’interno della struttura commerciale con la partecipazione di Carolina Benvenga, conduttrice del programma per bambini ‘La posta di Yoyo’ su Rai Yoyo e beniamina dei più piccoli.

Carolina Benvenga
Carolina Benvenga

I premi In palio sei stampanti, quattro proiettori, tre tablet, tre notebook e una lavagna interattiva multimediale il tutto distribuito fra le classi che, tra il 28 settembre 2015 e il 6 gennaio 2016, hanno dimostrato, attraverso l’accumulo di scontrini fiscali relativi ad acquisti effettuati nei negozi del centro commerciale, di aver raggiunto la soglia spesa fissata per ciascun premio rispettivamente di 800, 1.200, 1.500, 2.000 e 2.500 euro.

premiascuolaLe scuole premiate Le stampanti sono andate alla scuola dell’infanzia Castel del Piano sud dell’Istituto comprensivo Perugia 6 (sezioni A, B, C, D, E, F), alla 1ª A della scuola primaria di Villa Pitignano dell’Istituto comprensivo Perugia 14, alla 4ªE della scuola primaria Maria Montessori, sede Enzo Valentini dell’istituto comprensivo Perugia 2, alla 2ª A della scuola primaria Colle Umberto dell’Istituto comprensivo Perugia 1 Francesco Morlacchi, alla 2ª A della scuola primaria Anna Frank dell’Istituto comprensivo Perugia 5 e alla classe quarta della scuola primaria Gianni Rodari dell’Istituto comprensivo Perugia 1 Francesco Morlacchi. Si sono aggiudicati i proiettori, invece, le sezioni A, B, C, D, E, F della scuola dell’infanzia Castel del Piano sud dell’Istituto comprensivo Perugia 6, la classe 3ªA della scuola primaria Colle Umberto dell’Istituto comprensivo Perugia 1 Francesco Morlacchi, tre sezioni della scuola d’infanzia Castel del Piano nord dell’Istituto comprensivo Perugia 6 e le classi 4ª A, B, C e D della scuola primaria Aldo Capitini di San Mariano, direzione didattica statale di Corciano. I tablet sono stati consegnati alla 2ª A della scuola primaria di Olmo don Dario Pasquini dell’Istituto comprensivo Perugia 8, alle classi 1ª, 2ª, 3ª, 4ª e 5ª della scuola primaria di Cenerente dell’Istituto comprensivo Perugia 1 Francesco Morlacchi, alla sezione A della scuola d’infanzia Leonardo da Vinci, direzione didattica statale terzo circolo Perugia. I notebook, poi, sono stati vinti dalla 3ª A della scuola primaria Italo Calvino dell’Istituto comprensivo Perugia 14, dalla 2ª A della scuola primaria di Corciano dell’Istituto comprensivo Benedetto Bonfigli e dalle classi 2ª e 3ª A, 3ª B e 5ª A della scuola primaria Gianni Rodari dell’Istituto comprensivo Perugia 1 Francesco Morlacchi alle quali è andata anche la lavagna interattiva multimediale.

Kit scolastici Ma i premi non finiscono qui. Entro il 31 marzo, infatti, alle 308 classi che al 6 gennaio 2016 avevano effettuato una spesa minima di 400 euro verranno consegnati kit scuola con album da disegno, colori, penne, matite e risme di carta.

“L’iniziativa è un modo per gratificare i nostri clienti e contemporaneamente dare un aiuto alla scuole del territorio – ha dichiarato Tiziana Zetti, direttrice, insieme a Massimo Falcinelli, del Quasar village – perché sappiamo quanto può essere importante sostenere la didattica attraverso materiali elettronici di supporto”. “Il concorso ha ricevuto molte adesioni – ha affermato Falcinelli – . È stato un successo oltre ogni aspettativa. Questo conferma che il Quasar village è sempre più non solo un centro shopping ma ‘centro di supporto’ e parte integrante del territorio.

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*