A san Valentino show di Simone Montedoro e Nadir Caselli a PiazzaUmbra

Simone Montedoro e Nadir Caselli
Simone Montedoro e Nadir Caselli

Simone Montedoro e Nadir Caselli

Simone Montedoro e Nadir Caselli

Al centro commerciale di Trevi gli attori della fiction Don Matteo hanno incontrato i fan – Bagno di folla nella struttura addobbata con i colori e i simboli del Bacio Perugina

(umbriajournal by Avi News) – TREVI Nel giorno di san Valentino al centro commerciale PiazzaUmbra di Trevi in centinaia hanno atteso e accolto una delle coppie più amate dal pubblico del piccolo schermo. Direttamente dal set spoletino della fiction Don Matteo 10, dove indossano i panni rispettivamente del capitano Giulio Tommasi e di Lia, gli attori Simone Montedoro e Nadir Caselli hanno celebrato la festa degli innamorati incontrando i propri fan e scambiando con loro foto e autografi.

L’intervista a Simone Montedoro “Quando ci è stata proposta questa iniziativa – hanno detto Montedoro e Caselli – abbiamo accettato subito. D’altronde l’amore è importante e in Don Matteo questo sentimento è espresso in tutte le sue possibili forme: amore per la chiesa, tra persone, per il lavoro, per la famiglia”. “In più – hanno aggiunto scherzando – ci siamo noi due follemente innamorati, la rappresentazione dell’amore ‘in persona’”.

la folla a PiazzaUmbra per gli attori di Don MatteoFiction e Baci I due attori hanno anche intrattenuto il pubblico con sketch e raccontandosi sia dal punto di vista professionale che della vita privata. Il tutto in uno scenario degno della ricorrenza, essendo la struttura commerciale trevana completamente addobbata con uno dei simboli made in Umbria dell’amore, il Bacio Perugina. Un prodotto tornato in questi giorni alla ribalta nazionale grazie a un’altra fiction di successo dedicata alla figura della sua ideatrice, l’imprenditrice perugina Luisa Spagnoli.

Intervista a Nadir Caselli “Il pubblico italiano – ha commentato Nadir Caselli – apprezza ancora molto questo genere televisivo e Don Matteo conferma in pieno questa tendenza con punte di ascolto che sono arrivate al 37 per cento”. “È un bene – hanno sottolineato Montedoro e Caselli – che simili produzioni tv di successo prestino attenzione anche alle storiche realtà industriali italiane valorizzandole e promuovendole. Un simile aspetto si riscontra con Don Matteo che ha sicuramente contribuito a far conoscere questa splendida terra che è l’Umbria. Abbiamo fatto anche delle pillole per promuovere le varie località e non è escluso che si possano ambientare degli episodi anche nei borghi vicino Spoleto. L’Umbria è nel nostro cuore”.

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*