A PASSIGNANO SUL TRASIMENO CRESCE L’ATTESA PER IL 30° “PALIO DELLE BARCHE”

Da sinistra Riccardo Lestini, Erica Bricca, Marco Vinicio Guasticchi, Ermanno Rossi, Claudio Bellaveglia
Da sinistra Riccardo Lestini, Erica Bricca, Marco Vinicio Guasticchi, Ermanno Rossi, Claudio Bellaveglia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – È una città in trepidante attesa, Passignano sul Trasimeno. Il motivo, l’avvicinarsi dell’appuntamento annuale più sentito dai cittadini del borgo lacustre, quello con il “Palio delle barche”, che questo anno taglia lo storico traguardo delle 30 edizioni. La manifestazione andrà in scena da sabato 20 a domenica 28 luglio, giorno in cui si svolgerà la sfida vera e propria tra i 4 rioni cittadini, Centro storico, Centro due, Oliveto e San Donato. Una gara che rievoca la battaglia combattuta nel 1495 a Passignano, tra le nobili famiglie perugine degli Oddi e dei Baglioni, e durante la quale questi ultimi, alleati dei Della Corgna, costrinsero i propri nemici a scappare, barche in spalla, dal castello verso il lago. A illustrare il programma del Palio, martedì 16 luglio, a Perugia, sono stati Riccardo Lestini, coordinatore dell’Ente Palio delle barche, Ermanno Rossi, Claudio Bellaveglia ed Erica Bricca, rispettivamente sindaco, assessori alla cultura e al turismo del Comune di Passignano sul Trasimeno. Presente all’incontro anche Marco Vinicio Guasticchi, presidente della Provincia di Perugia. “L’aggregazione sociale – ha commentato Lestini – è uno degli elementi che più caratterizzano il palio. È grazie al lavoro volontario se è stato possibile arrivare a 30 anni di vita. La gara finale, inoltre, vede il coinvolgimento di ben 240 ragazzi del paese, molti dei quali nati dopo il primo palio. Questo evento è ormai tradizione vera e propria della città e l’ideale momento d’incontro tra tutte le generazioni di passignanesi”. E per suggellare il 30° anniversario, a inaugurare il Palio, sabato 20, alle 18, sarà una conferenza, in sala consiliare, dedicata alle sue origini storiche. Altri eventi serali in programma, saranno, domenica 21, la cerimonia di consegna delle chiavi della città e la presentazione del Palio, lunedì 22, lo spettacolo pirotecnico dell’“Incendio del castello”. Poi, venerdì 26, la tradizionale rievocazione della “Corsa delle brocche” e, sabato 27, il lancio della sfida fra i rioni. Previste anche delle novità. “A partire da questa edizione – ha anticipato il sindaco Rossi –, ogni anno, consegneremo un premio, ‘La perla del Trasimeno’, a un personaggio che, con la sua attività, ha contribuito, a livello culturale, sociale e turistico, allo sviluppo del nostro territorio. La prima ‘Perla’ andrà a Bruno Bracalente, presidente della fondazione Perugiassisi 2019”. “Il Palio – ha affermato Guasticchi – è tra le manifestazioni che più caratterizzano il nostro territorio. In particolare valorizza dal punto di vista storico e culturale un’area bellissima sotto l’aspetto naturalistico, quale quella del Trasimeno”. A dir poco interessante, poi, il cartellone musicale. Si parte sabato 20 luglio, alle 18.30, con un aperitivo musicale sul lungolago, per poi continuare, alle 22.30, con “Pensieri positivi” e chiudersi, con il dj set della dj di Virgin Radio Giulia Salvi. Si prosegue, quindi, nei giorni seguenti, ogni sera alle 22.30 al “Bev&Remo pub”, con “The outside band” (domenica 21), “Funkyroad live band” (lunedì 22), “Lil’Cora and The Soulful Gang” (martedì 23), “Gally funky band” (mercoledì 24) e “Le rimmel” (giovedì 25). Venerdì 26, invece, il Palio delle barche incontra “Trasimeno Blues” dando vita a tre diversi spettacoli. Prima, la “P-Funking band”, per le vie del centro storico, alle 18.30. Quindi, alle 21.30, alla pineta del Popolo, Eric “Guitar” Davis e la “Luca Giordano band” e, a mezzanotte, ai giardini del Molo, “Mike Sponza blues convention”. Infine, sempre al “Bev&Remo pub”, sono previsti, sabato 27, a mezzanotte, dj Alberto Frau nella consolle del “No name party”, e domenica 28, a mezzanotte e mezzo, il rock ‘n’ roll di “Al Piacino & The Fonzarellis”. I rioni, poi, organizzano ogni sera taverne con piatti tipici, spettacoli, rappresentazioni storiche in costume e giocoleria. Il 22, 26, 27 e 28 luglio l’intero lungolago sarà riservato ad area pedonale.

 

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*