40 anni di Grifo, il Perugia nelle vignette e nei disegni di Pitorri

Dal 24 marzo al 3 aprile, presso l’ex chiesa Santa Maria della Misericordia a Perugia, la mostra che ripercorre gli ultimi 40 anni del calcio cittadino.

40 anni di Grifo, il Perugia nelle vignette di Pitorri

40 anni di Grifo, il Perugia nelle vignette e nei disegni di Pitorri

Appassionati del Grifo unitevi. L’occasione è imperdibile per chi è abituato a seguire da vicino le sorti del calcio perugino e della sua squadra simbolo, giovani e meno giovani. Dal 24 marzo al 3 aprile (con apertura dalle ore 16 alle 18), presso l’ex chiesa Santa Maria della Misericordia, in via Oberdan a Perugia, l’illustratore Marcello Pitorri esporrà molte delle vignette disegnate in 40 anni di attività, dal 1976 al 2015. L’inaugurazione è prevista per giovedì 24 marzo alle ore 18.

L’esposizione “40 anni di Grifo – Il Perugia nelle vignette e nei disegni di Marcello Pitorri (1976-2015)”, che vede il patrocinio del Comune di Perugia, è destinata ad avere un grande successo, vista la notorietà dell’autore tra gli sportivi e la natura della stessa. Le vignette raccontano infatti la storia del Perugia e i suoi aneddoti, dagli anni ’70 ai giorni nostri, ma rappresentano una ghiotta occasione per ripercorrere costumi e personaggi della città che fu, i suoi successi e le sue cadute, sempre con spirito originale, ironico e arguto.

La produzione di vignette e schizzi vari inizia nel 1976, quando Pitorri viene chiamato dall’Associazione Calcio Perugia a collaborare con il periodico “Fuorigioco”, testata ideata ed edita dalla Società stessa: gli articoli sono interamente scritti da dirigenti e giocatori che partecipano con grande entusiasmo alle riunioni del  comitato di redazione,  coordinato da Enrico Santilli, direttore del giornale, e sotto la supervisione del presidentissimo Franco D’Attoma, quasi sempre (incredibilmente) presente alle sedute.

Vignette e disegni sono realizzati perlopiù su carta liscia con inchiostro di china e pennarelli, talvolta con l’aggiunta di comuni pastelli, sulle lievi tracce abbozzate in precedenza a matita e poi cancellate.

Successivamente, dalla fine del 1978, l’illustratore inizia a disegnare per il periodico “ForzaPerugiA” alla cui stesura contribuiscono, tra gli altri, Pasquale Lucertini, con le sue facezie e barzellette, e il maestro Franco Venanti. Nel 1985 la rivista diventa “Il Perugia” e con l’avvento di Luciano Gaucci muta nuovamente nome ed evolve in “Alè Perugia”.

Dopo una breve parentesi, iniziata nel 2003, in cui l’autore sospende la produzione artistica, torna nel 2008 su “Vecchia Guardia”, periodico gestito e redatto interamente da tifosi.

La mostra “40 Anni di Grifo” nasce grazie alla prolungata e caparbia insistenza di Antonio Boco che ha collaborato alla realizzazione della stessa, con il decisivo contributo dell’allestitore Luigi Petruzzellis, del grafico Luca Farinella e di alcuni sponsor (Fabbrica Birra Perugia, Oleide, Umbrò, Anna7Poste Eventi&Comunicazione, Vecchia Guardia, Umbria TV).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*