Passignano sul Trasimeno, l’attesa per il Palio delle barche ormai finita

Palio delle barche Passignano sul Trasimeno

Nove giorni di spettacoli, eventi ed enogastronomia per rievocare il medioevo lacustre – Si parte sabato 23 luglio. Lunedì 25 l’Incendio del castello e domenica 31 la gara finale

(umbriajournal.com) by Avi News PASSIGNANO SUL TRASIMENO – Il clima che si respira è già da giorni quello delle grandi occasioni. Lo si nota dai ‘mille’ post sulle bacheche virtuali dei passignanesi o dalle bandiere che ora sventolano su tutti i balconi del borgo lacustre, dai frenetici lavori di preparazione che ormai da settimane interessano centinaia di volontari o dalle chiacchiere emozionate nei bar cittadini, tutte sullo stesso tema: il Palio delle barche. Passignano sul Trasimeno è pronta a dare il via ai festeggiamenti che culmineranno, domenica 31 luglio, nell’avvincente sfida finale, su acqua e si terra, tra i quattro rioni cittadini, Centro storico ‘La Regina’, Centro due ‘La Rondolina’, San Donato e Oiveto. La manifestazione apre i battenti sabato 23 luglio con la Cena grande su prenotazione nel lungolago di Passignano e con il concerto della Billy Branch blues band nell’ambito di Trasimeno blues. Durante i nove giorni dell’evento, poi, ogni sera taverna enogastronomica dove degustare i piatti della tradizione locale, spettacoli e pub area giovani con concerti ed eventi musicali.

Il programma. I momenti più sentiti, in attesa della gara decisiva, rimangono però l’Incendio del castello in programma lunedì 25 luglio, con lo spettacolo pirotecnico che prenderà vita dalla rocca medievale di Passignano, e il premio ‘La perla del Trasimeno’ che, nello stesso giorno, verrà consegnato, alle 22, al rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi. Novità di questa edizione, invece, il premio ‘Eroi di tutti i giorni’ istituito dal Centro internazionale per la pace tra i popoli di Assisi che, domenica 24 luglio, alle 18.30, verrà assegnato alle associazioni cittadine alla presenza del sindaco Ermanno Rossi.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*