“ECOFESTE”, UN ANNO DOPO. ALLA FIERA DELLE UTOPIE CONCRETE SI DISCUTE IL VADEMECUM PER GLI EVENTI GREEN IN UMBRIA

Il logo della Fiera delle Utopie  Concrete(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – “Costruire insieme la Città Sostenibile”. Partendo da un esempio concreto, emblematico – per dimensioni, popolosità, caratteristiche territoriali e potenzialità economiche e turistiche – di quelle municipalità che rappresentano la spina dorsale dell’Italia. Avrà al centro i lavori in corso per il Masterplan Città di Castello smart l’edizione 2013 della Fiera delle Utopie Concrete, che torna in Altotevere per tre fine settimana dal 18 ottobre al 2 novembre. La manifestazione, fondata nel 1988 dal pacifista e ambientalista altoatesino Alexander Langer, è diventata, nel corso degli anni, un affermato laboratorio permanente per l’elaborazione e la trasmissione di esperienze, soluzioni e conoscenze di sostenibilità ecologica dell’economia e della società. Ad inaugurarla sarà l’incontro dedicato alle “Ecofeste”, ad un anno dall’entrata in vigore del marchio regionale che riconosce e “premia”, con un contributo economico, gli eventi a basso impatto ambientale in Umbria.

In collaborazione con Altrocioccolato – quest’anno gli appuntamenti della Fiera accompagneranno due iniziative importanti per il territorio altotiberino, come la Mostra del Tartufo e la stessa kermesse dedicata al cioccolato equosolidale – venerdì 18 ottobre, alle 9.30 presso la Sala consiliare del Comune di Città di Castello, l’incontro di apertura sarà l’occasione per tracciare un primo bilancio della nuova normativa umbra. Partendo da quelle 143 manifestazioni, in 32 Comuni umbri, che nel 2013 hanno ottenuto il marchio di “ecofesta” per il proprio qualificato livello di compatibilità ambientale rispetto ad una corretta gestione dei rifiuti e un minore impatto sull’ambiente, la conferenza sarà una prima occasione per fare un bilancio dei risultati ottenuti – anche a fronte di maggiori accortezze e impegni organizzativi – e per valorizzare la positiva ricaduta di immagine che il marchio di “ecofesta” porta. Di questo parleranno rappresentanti delle istituzioni (Luca Secondi, Assessore all’ambiente del Comune di Città di Castello,
Silvano Rometti, Assessore all’ambiente della Regione Umbria, Lorena Pesaresi, Assessore all’ambiente del Comune di Perugia), 
dell’associazionismo (Andrea Mecozzi, coordinatore di Altrocioccolato) e del mondo produttivo e dei servizi (Luca Giannini, responsabile tecnico di SoGePu, Daniela Riganelli, consulente per Marketing, rapporti istituzionali e gestione eventi sostenibili di Novamont S.p.A. e Cesare Buffone, responsabile settore eventi sostenibili di Punto 3).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*