Due mostre dedicate alle guerre mondiali a Castiglione e a Pozzuolo

Due mostre dedicate alle guerre mondiali a Castiglione e a Pozzuolo

Due mostre dedicate alle guerre mondiali a Castiglione e a Pozzuolo Sabato 5 e domenica 6 verranno inaugurate due interessanti mostre dedicate alla Prima e alla Seconda Guerra Mondiale. Marina Militare Regno d'ItaliaLa prima dal titolo “Marina Militare Italiana nelle due guerre” sarà inaugurata a Pozzuolo Umbro a Palazzo Moretti sabato 5 settembre alle ore 10 e rimarrà aperta fino alla fine di novembre. Su concessione diretta della Marina Militare Italiana la mostra conterrà materiali relativi alla prima e alla seconda guerra mondiale: modellini di imbarcazioni, fotografie e documenti attraverso i quali viene ripercorso il ruolo determinante che la Marina ha svolto all’interno dei conflitti, evidenziando il contributo importante che essa ha apportato per l’esito risolutivo delle due guerre. La mostra, per la sua peculiarità, potrà essere visitata dagli alunni delle scuole e contribuire in questo modo ad approfondire la conoscenza di questo importante periodo storico. La seconda mostra dal titolo “Memorie di guerra” sarà inaugurata domenica 6 settembre alle ore 10,30 presso Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago e si ispira ai tragici fatti della Grande Guerra. «Questa mostra è il frutto di un lungo lavoro di ricerca – spiega Ivana Bricca, assessore alla cultura del Comune – fatto da un comitato di volontari del territorio che in questo modo è riuscito a portare alla luce una notevole quantità di materiale inedito appartenente alle famiglie o giacente nell’Archivio Comunale o negli Archivi delle Parrocchie. I materiali rinvenuti sono estremamente interessanti e sono costituiti da documenti ufficiali, fotografie, lettere ed oggetti appartenenti a cittadini del nostro territorio che hanno partecipato al conflitto».

All’interno dell’esposizione uno spazio significativo è rappresentato dai materiali fotografici e documentali forniti dall’Ordine dei Cavalieri di Malta. La mostra “Memorie di guerra” rimarrà aperta fino al 27 settembre e nasce proprio dall’esigenza di una comunità di scavare nel proprio passato per trovare in un costante intreccio tra pubblico e privato la scoperta delle motivazioni che portarono a quel tremendo conflitto.

Domenica del Corriere«L’Amministrazione comunale – rimarca Bricca – nel ringraziare i volontari e gli studiosi che hanno partecipato a questa ricerca, ha voluto con questo allestimento rendere omaggio alla sofferenza, al coraggio e al sacrificio di tutti quei militari che sacrificarono la loro vita».

Due mostre sulla guerra

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*