“DELL’AMORE E DI ALTRI DEMONI”

amici dell amusica folignopost M. Wieczorek (UJ.com3.0) FOLIGNO – Intrigante e possente. Già il titolo – “Dell’amore e di altri demoni. Affreschi poetico musicali sull’amore e le sue follie” – lancia suggestioni dall’energia prorompente e a tratti inafferrabile com’è quella delle nuove generazioni. Si chiude così, con il concerto multimediale dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Leonardo da Vinci” la rassegna “Donne di Follia e d’Amor” dedicata dagli Amici della Musica di Foligno agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado – con il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno – per un progetto di educazione all’ascolto. Un’iniziativa che ha visto accogliere quest’anno con entusiasmo la proposta di coinvolgere giovani e insegnanti in proprie produzioni.

A chiudere la minirassegna 2013, ingresso libero, domenica 28 aprile ore 17 Auditorium San Domenico, saranno i ragazzi dell’Istituto Tecnico Tecnologico guidati da Fabiana Cruciani, insegnante di lettere, ma anche musicista e cantante, a cui si deve la drammaturgia dello spettacolo. Un’esplorazione dell’amore costruita su un percorso didattico che ha visto incrociarsi le ore di lezione alle prove andate avanti, con grande impegno, per qualche mese.

“Quello della follia per amore – scrive in una nota la Cruciani – è un “frequentato” topos letterario che stringe in un abbraccio il mondo antico con la contemporaneità e mirabilmente sembra avvicinare, al di là del tempo e dello spazio, Catullo ad Alda Merini. L’amore come passione struggente, l’amore come malattia, come unica ragione di vita, che spinge alla follia e alla perdita di dignità. Questo è l’amore raccontato in Dell’amore e di altri demoni, uno spettacolo pensato come una sorta di percorso didattico che si sviluppa in senso “diacronico” e che si articola in tre momenti, tre affreschi poetico musicali, che analizzano il tema della follia amorosa attraverso le voci di artisti della classicità, del Rinascimento e dei nostri giorni”.

Con il supporto tecnico della classe II D coordinato da Eleonora Ricci e il coordinamento multimediale di Moreno Pimpinicchi, saranno in scena guidati dal maestro concertatore Michele Rosati tredici studenti musicisti: Marianna Calcabrina flauto – Luca Favaroni clarinetto – Filippo Calandri tromba – Luca De Santis chitarra classica ed elettrica – Federico Bocchini chitarra elettrica – Francesco Fancelli chitarra elettrica – Lorenzo Mariotti basso elettrico – Galcenco Alexandru basso elettrico – Francesco Menghini tastiera – Manuel Magrini pianoforte – Niccolò Severi batteria – Ursula Rossano voce – Marco Mondi voce. Con loro le voci recitanti, Alessandra Marini, Massimo Pergolesi, Maurizio Torti, Daria Massi, Marika Sacripanti, Nazareno Martinelli, Andrea Paris

 

Risultato, un evento musicale multimediale che unisce in modo creativo le abilità cognitive e tecniche del percorso scolastico alle sensibilità artistiche di chi ha scelto di affidare i tre “affreschi” ad un particolare “clima sonoro”.che si nutre di una felice con-fusione di generi musicali: musica pop, musica d’arte, citazioni colte, parafrasi più o meno esplicite, rubate alla classicità o al jingle televisivo. Perché ci dicono ancora i ragazzi “sicuramente il discorso dell’amore è un discorso impossibile e inafferrabile, contraddittorio e folle ma, citando Alda Merini… anche la follia merita applausi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*