Corciano Festival 2015, al via da sabato 8 agosto

Corciano festival

Il Corciano Festival 2015 è dedicato in gran parte ai suoi 50 anni di prolifica attività nei settori dell’arte, della musica, del teatro e della poesia.
La manifestazione vuole quindi celebrare il suo mezzo secolo di storia raccontando sia il rapporto con i moltissimi artisti che con la loro arte hanno contribuito alla grandezza e allo splendore di Corciano, sia ospitandone di nuovi, per continuare ad arricchire la sua storia.

Ed è così che si potranno visitare le opere dei grandi maestri del ‘900 tra cui Alberto Burri, Leoncillo Leonardi, Gerardo Dottori, Brajo Fuso, Antonio Ranocchia… e scoprire, nello stesso tempo, nuove forme d’arte contemporanea grazie alle sperimentazioni di giovani artisti emergenti.

È il rapporto tra tradizione e innovazione che contraddistingue il Corciano Festival fin dagli esordi e che quest’anno fa un passo in avanti, grazie anche alla nuova sezione speciale interamente dedicata all’arte del cibo con performances artistiche, letterarie e gastronomiche, in collaborazione con Slow Food Condotta Trasimeno.

Il programma della prima giornata, sabato 8 agosto

Il Festival alza il sipario alle ore 17.30, al Chiostro del Palazzo Comunale, con il discorso di benvenuto del Sindaco Cristian Betti e della Presidente della Pro Loco Corcianese Maria Rita Battistacci, che daranno il via alla manifestazione inaugurando le molte mostre in programma.

LE MOSTRE
Dall’8 agosto al 6 settembre sarà possibile visitare “Maestri del Novecento. Cinquanta anni di presenze a Corciano”, mostra a cura di Alessandra Migliorati con la collaborazione di Alessandra Tiroli (Chiesa–Museo di San Francesco, Palazzo Comunale, Sala dell’antico Mulino, Complesso monumentale di Sant’Antonio Abate).
Il progetto prevede tre mostre finalizzate a ripercorrere il mezzo secolo nei suoi momenti più significativi: una ripresenterà in forma riepilogativa le mostre a carattere storico-documentario; una seconda esporrà le opere degli artisti protagonisti delle mostre monografiche allestite negli ultimi otto anni, infine una terza mostra presenterà opere di una selezione di artisti storici del ‘900 umbro, protagonisti dei più importanti eventi espositivi dei cinquant’anni del Corciano Festival.

20 gli artisti selezionati, tra i quali Alberto Burri (di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita), Leoncillo Leonardi, Gerardo Dottori, Brajo Fuso, Romeo Mancini, Edgardo Abbozzo, Adelmo Maribelli, Arturo Checchi, Manlio Bacosi, Leandra Angelucci Cominazzini, Antonio Ranocchia, Alessandro Bruschetti, Enzo Brunori, Maceo Angeli, Dante Filippucci ed altri.

Dall’ 8 al 16 agosto, nel centro storico di Corciano, la mostra “Sapore d’incanto. Espressioni contemporanee di arte e design sui temi del cibo” a cura di Andrea Baffoni e Francesca Duranti. Nell’anno di Expo 2015 la sezione contemporanea dedicata ai giovani artisti s’ispira al tema dell’alimentazione, affrontato attraverso i soggetti della fantasia e dell’immaginazione. In “Sapore d’incanto” sono presenti undici artisti con opere di linguaggi eterogenei fra installazioni, design e fotografia. L’esposizione si divide in due segmenti: da un lato le espressioni dell’arte contemporanea, affidate alle installazioni di Daniele Covarino, a quelle del Gruppo Oriente (Letizia Cassetta, Simona Damiani, Agata Marta Kwiatkowska, Camilla Spini) e alle foto di Valeria Pierini; dall’altro il design, con i lavori di Luca Binaglia, Maddalena Vantaggi e le illustrazioni di Marina Marinelli, Nicoletta Pagano e Aurora Stano.

La mostra vuole offrire allo spettatore un’esperienza artistica innovativa, esaltando il tema del cibo e della cucina quale elemento vitale, sia dal punto di vista organico che ideativo.

Dall’8 agosto al 6 settembre il Teatro comunale della Filarmonica ospiterà l’esposizione “Corciano in banda. Trenta anni di armonie dal mondo” a cura di Andrea Franceschelli.

Altre mostre – Dall’8 al 23 agosto
Ospite del Corciano Festival la mostra “Macchia mediterranea. Pensieri, Macchie, Fossili” di Ilana Efrati, progettista, designer multidisciplinare e stilista di moda di Tel Aviv; e la mostra performativa “Eno e gastro. Alimentazione ed immaginazione” dell’eclettico artista Umberto Raponi che sorprenderà con il suo stile provocatorio, ironico e stravagante. Al Centro Valorizzazione Prodotti Tipici l’esposizione “Tutti a tavola… Foto dal mondo di Elisabetta Mazzarino”. Per tutto il periodo della manifestazione sarà allestito nel Centro storico in Bookshop Narrativa e cucina.

A partire dalle ore 20.00, al via anche lo ‘spettacolo culinario’ della Taverna del Duca che, anche quest’anno, accoglierà gli ospiti con qualche novità pur mantenendosi fedele alle tradizioni che da sempre la contraddistinguono. Saranno offerte agli ospiti le eccellenze del territorio, i presidi Slow Food dell’Umbria e preparazioni tradizionali, il tutto in un ambiente affascinante ed evocativo, recentemente ristrutturato.
Inoltre, a cura di Slow Food Trasimeno, durante il periodo del festival, la Taverna sarà la location per lezioni, degustazioni e dibattiti sul tema agroalimentare.

Alle ore 21.00, nella Chiesa S. Maria Assunta, si terrà il Concerto coro e orchestra “Gloria in excelsis” con la Corale polifonica di Ponte Valleceppi, Coro polifonico di S. Maria Assunta di Corciano, “I Cantori di Perugia” Direttore, Vladimiro Vagnetti. Maestra del coro Antonietta Battistoni.

Al via anche alla rassegna cinematografica dal titolo “La Grande Guerra”, dedicata al Centenario della Prima Guerra Mondiale, a cura di Cinegatti. Alle ore 22,00 in Piazza Doni, il primo appuntamento vedrà la proiezione de “La grande guerra” (1959) di Mario Monicelli, considerato uno dei migliori film italiani sulla prima guerra mondiale e uno dei capolavori della storia del cinema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*