Colori e forme di Natino Chirico a Montefalco con ‘Presenze e trasparenze’

Presenze e trasparenze di Natino Chirico a Montefalco

(umbriajournal.com) by Avi News MONTEFALCO – Quaranta opere che raccontano l’inconfondibile arte di Natino Chirico e tre sale che scandiscono la sua produzione, suddividendola in periodi ben definiti. Un viaggio che si apre con un autoritratto, una finestra sul passato, e che si chiude con un Don Chisciotte che, in sella al suo cavallo e con una lancia un mano, guarda al futuro. Tutto questo e molto altro è ‘Presenze e trasparenze’, l’ultima personale dell’artista reggino che sempre più predilige l’Umbria come luogo in cui vivere e lavorare, inaugurata giovedì 4 agosto al Museo di San Francesco a Montefalco. Dopo le recenti esperienze a Spoleto e Perugia, Natino Chirico torna a esporre in Umbria e in particolare nella sua ‘ringhiera’ che, in occasione del tradizionale appuntamento con la rievocazione storica della Fuga del Bove, ha voluto un palio realizzato proprio dall’artista calabrese. “Montefalco è una cittadina splendida, che lascia incantati – ha dichiarato Natino Chirico –. Si respira un forte senso di quella cultura dalle radici contadine di cui è intrisa l’Umbria e che ha reso grande il nostro Paese nel dopoguerra. Una cultura fatta di metodicità, di impegno, di amore verso la natura e per le cose fatte bene che un po’ rispecchia il mio lavoro”. “L’invito a realizzare il palio – ha proseguito Chirico – è arrivato in un periodo in cui i soggetti delle mie opere sono proprio gli animali”. Come il bove, che l’artista definisce “un animale simpatico, molto legato alla cultura contadina, un compagno essenziale”. “Ho accettato e lavorato con entusiasmo – ha sottolineato – e sono soddisfatto del risultato. Ho pensato più a un’opera che a un drappo, usando i miei colori e la materia”. Ed è proprio il sapiente uso di questi elementi che contraddistingue la sua arte, rendendola unica. Da qui prendono forma le opere dedicate al mondo del cinema, con Charlie Chaplin e Federico Fellini, della musica, degli animali e delle grandi città che si ritrovano anche nella mostra ‘Presenze e trasparenze’, organizzata da ADD-Art e dall’Ente Fuga del Bove. “Le presenze del passato, del presente e del futuro – ha spiegato Natino Chirico – e quindi quell’universo di soggetti che mi porto dietro, si intrecciano con le trasparenze date da materiali come il metacrilato, dove inserisco delle figure sospese che danno questa dinamicità, che tengo molto a rimarcare nel mio lavoro”. “È la prima volta che al palio accompagniamo una mostra dello stesso autore – ha detto il sindaco di Montefalco, Donatella Tesei -. È una cosa nuova, che ci riempie di gioia e che ci permette di ammirare delle opere bellissime”. Presente al taglio del nastro della mostra, che sarà visitabile fino al 4 settembre, anche la presidente del Consiglio regionale dell’Umbria Donatella Porzi. “È una mostra fantastica in un luogo fantastico – ha dichiarato Porzi –, che oggi si colora delle tinte e della bravura del maestro Natino Chirico. Un artista che riesce a miscelare, come nessun altro, colori, forme e materiali, donandoci la possibilità di riflettere su quel travaglio che è alla radice della produzione di un quadro. Lo ringraziamo per essere qui in Umbria e per arricchire le nostre città che restano segnate dal suo passaggio”. Prossima tappa per il maestro Natino Chirico, l’Australia. A novembre, infatti, raggiungerà Sidney per inaugurare una nuova mostra.

 

Maria Tripepi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*