CINEMA, PIZZA E TEATRO PER LA FESTA DELLA DONNA (CON CONSIGLIO “APERTO”) A CASTIGLIONE

Il programma
Lo spettacolo alla Vetreria
Lo spettacolo alla Vetreria
Il programma
Il programma

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Un programma ricco di iniziative quello organizzato dal Comune di Castiglione del Lago per la Festa della Donna 2014. Si parte domani sera alle 21,30 con il film colombiano “Chocó” di Johnny Hendrix Hinestroza; per l’occasione il cinema prevede l’ingresso ridotto per tutte le donne ad euro 5,50 e, in collaborazione con il Ristorante “La Cantina”, il pacchetto “Aspettando la Festa della Donna con cena alle 19,45 più film e brindisi in sala a 20 euro (con prenotazione obbligatoria). Dopo il successo riscosso al Festival di Berlino 2012, dove è stato presentato nella sezione Panorama, ed al Milano Film Festival 2012, proiettato in contemporanea nazionale per la Festa della Donna, Chocó è una storia tutta al femminile, di sacrificio, forza e dignità. Chocó è una giovane donna colombiana, nera, bellissima. La sua casa è una capanna nel cuore della foresta, un rifugio circondato da una natura rigogliosa, incontaminata, che abbaglia della sua bellezza assoluta. La capanna è piccola, ed è difficile delimitarne gli spazi interni: Chocó ha due bambini e un marito, musicista mancato e nullafacente, che quando torna a casa ubriaco la sera la prende con violenza. La giovane donna lavora in miniera, e quando perde anche quel lavoro sottopagato ogni cosa si complica. Chocó non si dà mai per vinta: trova un altro lavoro, ed è disposta a qualunque sacrificio pur di regalare alla figlia la torta di compleanno che sogna più di ogni altra cosa. Per questo Chocó attraversa la foresta e le vie del villaggio a testa alta, continua a lottare, e con la sua forza naturale rompe il cerchio di violenza.

Choco
Choco

Sabato 8 marzo alle 17 presso la Sala del Teatro di Palazzo della Corgna è convocato un consiglio comunale aperto dal titolo-ordine del giorno “Violenza contro le donne: come risponde il territorio”. Dopo un’introduzione di Ivana Bricca, assessore comunale alla cultura, interverranno Fiammetta Mosconi, psicologa dello Sportello Donna di Foligno, Marcella Binaretti, presidente dell’Accademia Vannucci di Città della Pieve, Miranda Farnetani, docente dell’Istituto Calvino di Città della Pieve, Graziella Cappa dell’associazione “Rete Donne AntiViolenza”, Maria Grazia Giannini presidente dell’associazione Il Bucaneve, Gina Chirac dell’Accademia Sartoriale del Trasimeno, Angelica Pula fondatrice e direttrice artistica del Teatro La Vetreria di Castiglione del Lago, Maria Grazia Virgilio della libreria Libri Parlanti Book&Coffee. Concluderà il consiglio aperto una rappresentante del Centro Pari Opportunità della Regione Umbria. Gran finale alle 21,30 al Teatro La Vetreria di via della Stazione a Castiglione del Lago, con lo spettacolo teatrale “Donna Indipendenza” con Angelica Pula, Chiara Tanini, Eliana Gargiulo, Nicolò Pierini e la regia di Angelica Pula, «Ispirato ad una donna come me, come te, come lei, come loro, come noi insomma ad una vera donna… che la modestia non guasta mai!».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*