Perugia Love Film Festival, il cinema per il rilancio dell’Umbria

Perugia Love Film Festival, il cinema per il rilancio dell'Umbria
La presentazione alla Camera con Galgano, Cesaro e Corvi

Perugia Love Film Festival, il cinema per il rilancio dell’Umbria

“Il cinema è una delle arti espressione del talento e dell’ingegno dell’umanità ed è importante celebrarlo con manifestazioni come il Perugia Love Film Festival. Un evento che coniuga il cinema con l’amore in tutte le sue sfumature, facendosi portatore di una serie di valori positivi che ben si coniugano con l’identità dei nostri territori. Siamo alla terza edizione di una manifestazione che ha vinto la propria scommessa e lo ha fatto grazie all’intuito e al talento del direttore artistico, Daniele Corvi e della sua squadra. Un giovane registra emergente che ha ideato un evento fatto dai giovani per i giovani e finanziato senza contributi pubblici ma esclusivamente da sponsor privati che colgo l’occasione per ringraziare Metalprogetti, Satiri Auto, Unipol Sai, Ricom snc e Rm antincendi per la loro lungimiranza. A dimostrazione del fatto che si può fare, anche nel nostro Paese”. Così Adriana Galgano, deputata umbra del gruppo Civici e Innovatori, aprendo la conferenza di presentazione della terza edizione del festival, in programma dall’1 al 7 maggio nel capoluogo umbro, alla sala stampa della Camera dei deputati.

“Allo stesso tempo, il cinema è anche una grande industria che porta sviluppo – ha aggiunto – e il Perugia Love Film Festival costituisce, dunque, un’opportunità importante per l’Umbria, soprattutto in un momento difficile come quello attuale aggravato dal terremoto. I nostri territori, anche in chiave di rilancio turistico, possono infatti diventare luoghi di produzione di film e fiction e la presenza, al festival, dei grandi nomi del cinema non può che facilitare questo connubio”.

Per il direttore artistico, Daniele Corvi: “Il Perugia Love Film Festival nasce con l’intento di portare a Perugia e in Umbria il grande cinema. La bellezza del nostro territorio ha già accolto molte produzioni, ma le potenzialità sono enormi. Perugia ha due università, un conservatorio, un’accademia d’arte, ma ancora deve crescere con il cinema”. “Le prime due edizioni hanno portato grandi nomi quali Genovese, Giannini, Pupi Avati e Bellocchio e soprattutto entusiasmo – ha spiegato – Questa terza lancia la sua sfida sul panorama nazionale, per offrire un cinema che esalta i valori positivi e l’amore. In fondo è proprio l’amore la cosa che muove tutte le cose e quello che serve, oggi più che mai, in questo momento di crisi economica e spirituale. Siamo un gruppo di giovani che ci credono e che vogliono Perugia come una delle capitali del cinema”.

A prendere la parola è stato poi il sottosegretario al Mibac, Antimo Cesaro che ha affermato “il Perugia Love Film Festival è un appuntamento da incoraggiare e sostenere per il suo ambizioso obiettivo di portare il grande cinema in Umbria privilegiando talenti emergenti e la partecipazione di un pubblico di giovani”. “In particolare va sottolineato che con iniziative di questo tipo – ha aggiunto – viene arricchita l’offerta culturale e di conseguenza l’appetibilità turistica di una città e di una regione dalle enormi potenzialità, ma che nell’ultimo anno ha subito una pesante contrazione di arrivi  e di soggiorni a causa della percezione di pericolo diffusasi all’indomani del sisma che ha colpito il centro Italia”.

Serata di apertura, il primo maggio all’Hotel Brufani Palace, dedicata a Raoul Bova, a cui sarà consegnato il Grifone alla solidarietà per l’importante donazione che ha fatto alle popolazioni terremotate. Altro nome del cinema italiano, il regista Federico Moccia – che ha inviato un video proiettato durante la conferenza stampa alla Camera per sostenere Perugia e l’Umbria nella rinascita post-sisma – presenterà, il 5 maggio, il suo libro ‘Tre volte te’.

Al Perugia Love Film Festival arriverà anche il regista Volfango De Biasi con il suo ‘Crazy for football’, premiato con il David di Donatello come miglior documentario. La proiezione è in programma il 4 maggio, alle 21, alle Officine Fratti. Ad animare il cartellone della manifestazione anche ‘Come diventare grandi nonostante i genitori’ della Walt Disney. Serata da red carpet quella dedicata all’anteprima nazionale di ‘In arte Nino’ di Luca Manfredi cui parteciperanno l’attore Elio Germano oltre al regista accompagnato dalla mamma e moglie di Manfredi, Erminia Ferrari.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*