Ceramica ed inclusione sociale: un successo per “Arte in forma”

La ceramica come mezzo per approcciare verso le tecniche decorative e creare inclusione sociale. E’ con questa finalità che l’associazione “Amici Genitori Disabili”, con il sostegno della “Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia”, ha dato vita ad un laboratorio per persone con disabilità che si è concluso nel mese di maggio. Presso la sede di Pila, i “provetti” artisti guidati dagli educatori e dagli esperti dell’arte della ceramica, si sono cimentati nella realizzazione di alcuni oggetti, tra i quali l’opera “Piero incontra i colori di Alberto” (interpretazione dell’arte pittorica di Piero della Francesca e Alberto Burri), che è stata esposta dal 15 aprile al 5 giugno alla mostra d’arte “I flussi dell’anima” tenutasi a San Giustino e promossa dal comune di San Giustino, dalla Coop. Sociale Asad, dall’associazione “Oltre la Parola” e dall’associazione “Melisciano Arte”. Gli altri lavori, invece, arricchiranno l’arredamento dell’angolo bar della “Sagra della Torta al Testo”, che si terrà a Pila dal 24 giugno al 3 luglio.  Il progetto “Arte in forma” ha rappresentato un’importante occasione di inclusione sociale con la comunità pilese e ha favorito un percorso di conoscenza e applicazione delle tecniche ceramiste per sviluppare la creatività e l’espressione artistica delle persone con disabilità. Da settembre il laboratorio tornerà ad essere attivo, per lavorare su nuovi temi e mantenere sempre alto il livello di interesse tra i partecipanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*