Biennale d’Arte Internazionale Città di Perugia alla Rocca Paolina

circa 130 gli artisti, tra italiani e stranieri che partecipano alle varie sezioni

Biennale d’Arte Internazionale Città di Perugia alla Rocca Paolina
roberto-carnevali_wonderland

Si svolgerà dal 1° al 16 ottobre la prima Biennale d’Arte Internazionale “Città di Perugia”. L’esposizione sarà allestita negli spazi del Centro espositivo “Rocca Paolina”, in pieno centro della città umbra. Sono circa 130 gli artisti, tra italiani e stranieri che partecipano alle varie sezioni e mostre all’interno della Biennale d’arte contemporaneo di Perugia che sarà allestita  in un percorso, che si sviluppa all’interno del monumentale e suggestivo spazio della Rocca Paolina, in circa 600 metri quadrati.

L’idea della Biennale a Perugia è scaturita dalle riflessioni di gruppo di intellettuali e professionisti del settore dell’arte contemporanea e del settore mediatico che, grazie al sostegno della Fondazione culturale “Luciano Boccardini” di Perugia, hanno progettato una esposizione aperta a tutti gli artisti, senza limiti di età, sesso e nazionalità. Queste le sezioni: pittura (in tutte le sue espressioni), scultura, installazioni, disegno su carta e grafica, arte digitale, arte fotografica.

36 gli artisti, con nomi di rilievo a livello nazionale ed internazionale, che esporranno le proprie opere, tra cui: tra gli italiani l’artista, Piero Boni, il fotografo Roberto Carnevali vincitore del famosissimo IMS Photo Contest 2015; tra gli stranieri: l’artista cubano Pedro García Spinosa fondatore dell’Istituto Cubano di Arte e dell’Industria Cinematografica (ICAIC), dell’Avana, l’artista peruviana Yelitza Altamirano Valle, il fotografo tedesco Heinz Schmidt capo dell’organo consultivo della Royal Photographic Society (RPS), la fotografa Inta Ruka che dopo in Italia dopo 17 anni, da quanto, nel 1999, con il progetto “Storie. Storytellers” – presentato insieme a Anita Zabilevska e Ojars Peterson – ha rappresentato il suo paese, la Lettonia, alla 48° Biennale di Venezia. Tra i presenti anche: la coreana Hisu Choi, che ha già esposto al Museo della città di Potsdam, a Berlino nel Castello di Liebemberg e Rouen in Francia; Gerda Hegedus, nata nel 1926 a Vienna già presente alla Galerie Katia Granoff a Parigi, famosa per aver ospitato, tra glia altri, Marc Chagall, Pierre Bonnard, Edouard Vuillard, Georges Bouche, Othon Friesz, Amédée di Patellière, Pierre Laprade e Foujita.

Oltre ai grandi nomi molti talenti, alcuni dei quali individuati grazie alla rete.

Alla Biennale di Perugia parteciperanno, inoltre, molti altri artisti: nello spazio “Atelier spazi creativi”, dove verranno presentati i lavori di cinque artisti che oggi svolgono la propria attività a Perugia; ci sarà poi lo spazio “Oltre la Biennale” dove due importanti centri italiani, l’ANGA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) Umbria Onlus e Cfs Adams (Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adams) di Roma, parteciperanno con ben sei mostre.

L’ANGA presenterà una collettiva di pittura di giovani, a cura di Serena Cavallini e Anna Belardinelli, che frequentano il centro. Il Cfs Adams  presenterà ben cinque mostre e precisamente: la Mostra fotografica “Ritratto di Famiglia” di Gaia Adducchio, la Mostra fotografica “Terra, luce e carne” di Gabriele Agostini e Marco Di Meo, esposizione di ceramiche di Daniela Vacca, la Mostra collettiva fotografica “Il volto e la maschera”, “Teatro dell’ombra”, “Lampi, turbini e deflagrazione”, a cura degli studenti del Cfs Adams, che ha coinvolto più di 80 studenti del centro e la “Mostra di Riccardo”, 12 anni, il cui unico modo di comunicare del ragazzo è attraverso le immagini fotografiche. La Biennale Città di Perugia è patrocinata dalla Provincia di Perugia.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*