Con Battiato e Alice notte di classe per la Rassegna Umbria Eventi d’Autore

BattiatoAlicePrende il via ufficialmente con l’atteso concerto di Franco Battiato e Alice, lunedì 14 marzo al Palaevangelisti di Perugia, la seconda parte della rassegna Umbria Eventi d’Autore. Un ricco cartellone di appuntamenti tra canzone, comicità di classe e musical che porterà nella nostra regione, fino a giugno, i grandi nomi dello spettacolo italiano. Si comincia con l’arrivo, nel capoluogo umbro, del tour che vede tornare sullo stesso palco, dopo le straordinarie collaborazione della prima metà degli anni ’80, il maestro catanese e la cantante romagnola. I due saranno accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Carlo Guaitoli, Ensemble con cui Battiato si è già esibito per un breve tour nel luglio 2015 e che è composto dallo stesso Guaitoli (direzione d’orchestra e pianoforte), Angelo Privitera (tastiere e programmazione), Osvaldo Di Dio e Antonello D’Urso (chitarre), Andrea Torresani (basso) e Giordano Colombo (batteria). Il concerto di lunedì sarà diviso in parti diverse ma comunicanti tra loro, rinnovando un’intesa artistica profonda tra due anime affini, nella celebrazione di un legame che è rimasto solido anche quando i rispettivi percorsi non si sono incrociati direttamente. Un viaggio doppio iniziato nel tempo: il 1980 è l’anno della loro prima collaborazione, con l’album di Alice Capo Nord e il singolo Il vento caldo dell’estate, un lavoro che avrà prosecuzione nel 1981 nell’album omonimo Alice sfociando subito nella vittoria a Sanremo con Per Elisa. Duetti come Chanson Egocentrique e I treni di Tozeur, con la quale si esibiscono all’Eurofestival, seguiranno rispettivamente nel 1982 e nel 1984. Nel 1985 Alice dedicherà al repertorio di Battiato l’intero album Gioielli rubati. Quello di Battiato per Alice nei primi anni ’80 è stato qualcosa che è andato oltre il mero lavoro di produzione e collaborazione, nel senso che il maestro catanese ha colto e valorizzato in quella fase le corde espressive e compositive della cantautrice di Forlì, che poi ha continuato il proprio percorso artistico raggiungendo sempre nuove tappe musicali. Alice è reduce da Weekend, il suo ultimo album uscito nel 2014 proprio in questi giorni, mentre Battiato sta pubblicando la retrospettiva Le nostre anime, a ripercorrere e rileggere da inediti punti di vista quarant’anni di carriera, non solo musicale, con la versione estesa in cofanetto che affianca a canzoni e brani i suoi film e la trasmissione televisiva Bitte, keine reklame. Dopo il concerto di lunedì, la Stagione promossa dall’Associazione Umbra della Canzone e Musica d’Autore tornerà sabato 19 marzo, al Lyrick di Santa Maria degli Angeli, con un altro concerto di grande suggestione (e di già annunciato sold out): sul palco del teatro assisano saliranno infatti gli Stadio, freschi vincitori del Festival di Sanremo 2016.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*