Balanzano è in festa: dieci giorni tra cucina, tradizioni e divertimento

balanzano_pro_loco_giovaniBalanzano ha aperto i battenti della diciassettesima “Sagra dell’Ortolano”, kermesse che da anni riceve consensi e apprezzamenti per l’alto livello organizzativo e per la qualità dei prodotti culinari offerti. Come da tradizione, anche quest’anno la sagra è stata anticipata da una serata conviviale, che ha visto la presenza di sponsor e istituzioni. Giovedì 18 giugno, presso l’area verde, si sono ritrovati molti rappresentanti delle aziende locali, che hanno sostenuto la manifestazione, diversi “colleghi” delle pro loco, con in testa il Presidente dell’Unpli regionale, Francesco Fiorelli e quello del Perugino, Antonio Pucci e la politica locale, rappresentata tra gli altri dall’Assessore comunale, Dramane Diego Wagué e dal Sindaco di Deruta, Alvaro Verbena.  “Ci teniamo a questi appuntamenti – ha precisato il Presidente della Pro Loco di Balanzano, Fausto Barcaccia – perchè sono un modo per ringraziare chi ci sta vicino nell’organizzare questo evento, che è frutto della grande passione di un nutrito gruppo di volontari. Da diciassette anni, rendiamo omaggio al territorio di Balanzano, con una manifestazione che punta alla valorizzazione e alla riscoperta delle sue tradizioni. La sagra nasce proprio in virtù del fatto che questa, per tanti anni, è stata la “patria degli ortolani” e noi basiamo il nostro menù proprio sulla presenza dei prodotti della terra. Non abbiamo avuto la necessità di seguire alla lettera la nuova legge regionale, perchè molti dei principi e delle direttive li applichiamo già da tempo. Speriamo di raccogliere i frutti di questi dieci giorni di lavoro in termini di partecipazione e consensi. Al di là dei numeri e dei risultati finali, resta la soddisfazione di vedere un’associazione rimboccarsi le maniche per dare lustro e trovare qualche risorsa in più per il proprio paese”. La serata è scivolata via serenamente ed è stata accompagnata da un menù ricco e gustoso, servito dalle giovani leve della pro loco. Tutto buono e tutto curato nei minimi particolari, tanto da non aver avuto la sensazione di trovarsi ad una sagra. Prima dell’avvio ufficiale della manifestazione, Barcaccia e i suoi più stretti collaboratori hanno trovato il modo di dare spazio anche alla cultura ed in particolare ai temi legati alla cura dell’alimentazione, con un convegno dal titolo  ‘’Due progetti per vivere meglio’’, che si è tenuto alle 18 di venerdì 19 giugno. Poi, il via ufficiale alla kermesse, che durerà fino a domenica 28 giugno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*