Assisi, Teatro degli Instabili ” AGAMENNONE – ORESTEA “

LocandinaAgamennone2(umbriajournal.com) ASSISI – Torna, rinnovato e rivisitato, il progetto IO NON PARLO, SONO PARLATO, seminario teatrale residenziale alla sua quinta edizione, realizzato ad Assisi in collaborazione con il Piccolo Teatro degli Instabili, dal 27 luglio al 3 agosto, nella splendida cornice dell’Agriturismo Oasi Battifoglia.

Il seminario condurrà quest anno alla presentazione di uno studio per uno spettacolo, AGAMENNONE – ORESTEA tratto dal capolavoro di Eschilo, in scena come prova aperta al Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi il 2 agosto alle 16.00 e all’Agriturismo Oasi Battifoglia alle 21.30, la notte, con fiaccole e stelle a fare da contorno.
In entrambe le occasioni il pubblico potrà partecipare gratuitamente.

Il progetto, ideato da Igor Loddo, attore milanese, e Francesca Audisio, organizzatrice teatrale, prosegue con successo il suo percorso, e si concentra sull’organizzazione di un gruppo di studio formato da persone profondamente diverse tra loro, con l’obiettivo di creare qualcosa di unico e permettere a ciascuno di “realizzare il suo capolavoro”, studiando uno dei testi più complessi e interessanti della storia del teatro: l’Orestea di Eschilo, concentrandosi sul primo capitolo, l’Agamennone.

In un periodo in cui si parla molto di “femminicidio”, si lavora su un testo che segnala un punto di svolta e di passaggio da una società profondamente matriarcale alla società, che ancora prevale oggi, patriarcale. La lotta tra il mondo maschile e il mondo femminile si esprime nella saga degli Atridi, con Clitemnestra che, con l’aiuto dell’amante Egisto, uccide lo sposo, macchiatosi di infamia dopo aver a sua volta ucciso la figlia Ifigenia e aver portato come bottino di guerra un’altra donna, avvolta dal giogo (Cassandra). L’irrazionalità del mondo tribale e arcaico si esprime totalmente in questa prima parte del testo, l’Agamennone, contrapponendosi alla parte finale (Eumenidi), dove solo l’organizzazione della polis e la giustizia potranno fare ordine. Un’irrazionalità forse necessaria, che consente a una donna di farsi giustizia da sé. Ma non le impedirà di rientrare in una catena di vendette inesorabili, con una prima, e terribile, assoluzione del femminicidio.

L’ingresso è gratuito perché l’idea è trovare un modo diverso di avvicinare le persone al teatro, da partecipanti, mettendosi in gioco sul serio anche per la prima volta, e da spettatori, vedendo e capendo cosa succede nel “dietro le quinte” di una produzione teatrale.

Non a caso per chi fosse interessato è possibile assistere a tutto il seminario da uditore, pagando una modica cifra, anche se i posti sono limitati per ovvie ragioni di privacy dei partecipanti, che si immergeranno in un’atmosfera unica, che non va contaminata da nessun agente esterno.

L’obiettivo del progetto è diventare una residenza teatrale che vada a contaminare e contaminarsi con le realtà umbre già presenti nel territorio, con l’idea di creare qualcosa di nuovo, uno scambio vero tra artisti, aspiranti tali, attori e operatori culturali, offrendo, sempre in chiave gratuita, un nuovo modo di conoscere il teatro a chi ad Assisi e dintorni vive, o passa per diletto.
Nell’atmosfera che solo queste colline possono offrire.

***

2 agosto
ORE 16.00 – prova aperta
Piccolo Teatro degli Instabili
Via Metastasio 18
Assisi

ORE 21.30 – spettacolo
Agriturismo Oasi Battifoglia
Località Paradiso 33 – Assisi

AGAMENNONE – ORESTEA
Regia di Igor Loddo
Assistente Alessia Candido
Organizzazione Francesca Audisio
Con
Ludovica Amat, Alessandro Becchi, Maria Vittoria Caputo, Simone Cardillo, Chiara Cosentino, Pietro Gandini, Camilla Giacometti, Paola Giavina, Valeria Maffei, Paolo Paolucci, Caterina Podda, Noemi Punelli, Aureliana Radaelli, Alessandro Sesti

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*