Arte da vivere. L’arredo ligneo nell’Umbria rinascimentale

Le Meraviglie dell'arte a Perugia dal Rinascimento all'epoca del Grand Tour

Dipendenti comunali Talea Perugia ancora abbandonati dall'Amministrazione

Arte da vivere. L’arredo ligneo nell’Umbria rinascimentale

L’ultimo appuntamento del ciclo di incontri “Le Meraviglie dell’arte a Perugia dal Rinascimento all’epoca del Grand Tour” si svolgerà venerdì 11 marzo alle ore 17:30, con la relazione “Arte da vivere. L’arredo ligneo nell’Umbria rinascimentale” del Prof. Mirko Santanicchia, docente di Storia delle tecniche artistiche presso l’Università degli Studi di Perugia.

Il Prof. Santanicchia guiderà il pubblico attraverso un’affascinante carrellata di capolavori del Rinascimento a Perugia e in Umbria, arredi fissi ma soprattutto arredi domestici, testimoni di una produzione artistica di maestri forestieri e botteghe locali che nella nostra regione raggiunse tra Quattro e Cinquecento risvolti di indiscusso valore.

Tavoli e sedute, letti e cassoni dipinti o intagliati, credenze e armadi: l’arredo ligneo domestico permette di entrare in una dimensione più intima e quotidiana della vita in epoca rinascimentale. Ma è anche un riflesso della cultura artistica del momento, soprattutto se visto assieme ai più imponenti e noti arredi fissi, intarsiati e intagliati: si pensi per Perugia all’arredo ligneo dei Collegi della Mercanzia e del Cambio, o ai cori del Duomo, di San Domenico o di San Pietro. L’incontro sarà l’occasione per entrare in contatto con questa tipo di produzione artistica, ad opera di maestri forestieri e botteghe locali che nella nostra regione raggiunse tra quattro e cinquecento risvolti di indiscusso valore.

L’evento è organizzato dall’Associazione MeravigliARTI in Umbria in collaborazione con la Galleria Nazionale dell’Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*