“Armonie d’Arte” – L’attore Massimo Popolizio domenica a Montefalco

Armonied'Arte_Massimo Popolizio(umbriajournal.com) MONTEFALCO – Poesie dove c’è desiderio di serenità, testi in prosa che invece vi si contrappongono violentemente. Da questa contrapposizione nasce la possibilità di un’arte che ben rappresenta il tema della rassegna Armonie d’Arte di Montefalco, che domenica 14 luglio propone il finissage della mostra “Il Sacro e il Profano, storie di costume e di cinema” con i costumi di scena realizzati dal premio oscar Danilo Donati per i film di Pier Paolo Pasolini, a cura di Alessia Vergari e con la collaborazione della Sartoria Farani di Roma, in esposizione presso le sale del Museo Civico San Francesco dal 2 giugno scorso.

Dopo la mostra “Vestiti d’Arte”, anche il secondo dei tre percorsi che compongono l’intero “viaggio” di Armonie d’Arte – tra tessuti, note, immagini, parole, suggestioni artistiche e sapori – è arrivato dunque alla fine. Per questo finissage la chiesa del museo ospiterà quindi, alle 18.30, uno spettacolo dal titolo “Cristo al Mandrione – Poesia, prosa e canzoni di Pier Paolo Pasolini”, seguito poi da un aperitivo nel giardino.

I testi Pasoliniani (tratti da “Le Ceneri di Gramsci”, “Ragazzi di vita”, “Poesie disperse”, “Poesie in forma di Rosa”, “Donne di Roma” e “Poesie inedite”) verranno accompagnati e intervallati da musiche che spaziano dal preludio e fuga di Bach, ai preludi di Chopin e Gershwin fino ad arrivare alle canzoni di Cole Porter, Harold Arlen, Earle Hagen e uno stornello romanesco trascritto da Maurice Ravel.

Interpreti d’eccezione della serata saranno il noto attore Massimo Popolizio (nastro d’argento per il doppiaggio di Amleto nel film omonimo diretto e interpretato da Kenneth Branagh e famoso attore di teatro, cinema e televisione, oltre ad essere presente nell’ultimo applaudito film di Sorrentino “La grande bellezza”), l’attrice Elisabetta Piccolomini (“L’industriale” di Giuliano Montaldo e “Gianni e le donne” di Gianni Di Gregorio, sono due film in cui ha recitato) e il compositore Bruno Moretti (proveniente dalla scuola di Nino Rota, le sue composizioni sono state eseguite e messe in scena dal New York City Ballet, come direttore d’orchestra è presente alla Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli e Londra, Giappone, Stati Uniti e Canada).

Ma gli appuntamenti del ricco programma di questa terza edizione di Armonie d’Arte, organizzata dall’associazione MontefalcoinArte, non finiscono qui, visto che ancora in programma c’è la terza ed ultima mostra che sarà inaugurata sabato 27 luglio alle ore 18.30 presso le sale espositive del Museo: “Dalla grazia alla bellezza inquieta” a cura di Paola Bortolotti, Andrea Grisanti e Alessia Vergari, andrà poi avanti fino al 31 agosto con protagonisti i costumi e gli accessori di scena dei film curati dalle sartorie Casa d’Arte Cerratelli e Gelsi Costumi d’Arte, come “Romeo e Giulietta” di Franco Zeffirelli e “La figlia di Elisa, ritorno a Rivombrosa” di Stefano Alleva.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*