AMORE, SPERANZA E MORTE IN 4:48 PSYCHOSIS

psychosis 041(UJ.com3.0) ORVIETO – La rassegna di teatro contemporaneo MIGRAZIONI DI PRIMAVERA Per un Teatro del Tempo Presente, organizzata da Ar.Tè Stabile d’innovazione, prosegue al Teatro del Carmine di Orvieto sabato 20 aprile alle 21 con 4:48 PSYCHOSIS, di Sarah Kane, diretto da Valentina Calvani.

Un grido disperato d’amore e una lucida fragilità magistralmente interpretati da ELENA ARVIGO, che in scena dà voce e corpo ad uno dei testi più assoluti e intimi del teatro contemporaneo mondiale. 4:48 Psychosis è il testamento di Sarah Kane, autrice morta suicida nel 1999. Il dramma è scritto dal punto di vista di qualcuno con gravi problemi di depressione, un disordine mentale di cui Sarah Kane stessa soffriva. Il monologo è una partitura lirica sull’amore e sull’assenza che va oltre ogni possibile definizione, ma che pure, quando il fiume della vita pare attraversato tutto e la barca della speranza respinta al largo, lascia parlare la verità. Elena Arvigo ne è straordinaria interprete, spingendosi fino alle corde più profonde e dando immagini emotive al silenzio. Il monologo, molto più del punto di vista di chi soffre la depressione, è una forte denuncia, al tempo stesso socio-culturale e squisitamente intima.

Per chi intende partecipare all’iniziativa “Il Sapore delle Migrazioni” e cogliere l’invito all’assaggio delle specialità di Antica Cantina-l’Osteria delle donne, lo spettacolo è anticipato da un aperitivo alle ore 20.30 (euro 4) e seguito da una degustazione (Cous Cous, la base per varie specialità vegetariane e non, euro 8).
Per info e prenotazioni (obbligatorie) tel. 0763.340493.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*