Amore e follia al Teatro Bicini con “Vitaliano, amore mio!”

Amore e follia al Teatro Bicini con “Vitaliano, amore mio!”

Amore e follia al Teatro Bicini con “Vitaliano, amore mio!”

da Marco Zuccaccia – E’ andata in scena al Teatro Bicini di Perugia la prima di “Vitaliano, amore mio!” spettacolo che durante tutto il mese di novembre verrà rappresentato dalla Compagnia del Canguasto presso il teatro di Via del Cortone.

La pièce breve in atto unico è tratta da “Pericolosamente” di Eduardo de Filippo. La trasposizione del testo originale a opera di Franco Bicini è rimasta fedele a quella di Eduardo, ma modifica il nome l’attore protagonista Arturo in Vitaliano.

La scena iniziale si presenta con Michele (Gianni Bevilacqua), vecchio amico di Vitaliano (Paolo Braconi), di ritorno dall’America e alla ricerca di un alloggio. Michele arriva nella casa di Vitaliano e Dorotea (Mariella Chiarini) sua moglie, in quanto il padrone di casa si è offerto di ospitare l’amico per qualche tempo. Vitaliano non è in quel momento nella propria abitazione, da cui nasce un dialogo fra Michele e Dorotea che confessa all’ospite un segreto.

Si tratta di una commedia che ha dei tratti riconducibili alla Bisbetica domata di William Shakespeare. La donna è sottomessa al marito, al limite dell’umiliazione. Essa cerca una propria indipendenza e vorrebbe dare delle regole al marito circa i comportamenti da seguire in una vita di coppia.

L’uomo però arriva da una cultura in cui la donna non ha voce in capito e deve comportarsi secondo il suo volere. Da qui la scena forte di Vitaliano che spara alla moglie perché essa lo assecondi.

La scena da cruda diviene comica nel momento in cui Dorotea, dopo essere caduta per il colpo, prontamente si rialza facendo gridare al miracolo che si ripete. In effetti una sorta di miracolo la scena sembra produrlo.

A seguito del fragore del colpo di pistola, l’amore fra Vitaliano e Dorotea appare rinsaldato in quanto la donna diviene completamente assuefatta al volere del marito. La situazione si ripete fra lo stupore e la paura dell’ospite Michele e battute divertenti.

A seguito dello spettacolo “Vitaliano, amore mio!”, la Compagnia del Canguasto ha offerto una carrellata di scene brillanti del proprio repertorio con Sandro Lazzeri alla chitarra e Mariella Chiarini che per circa un’ora si è esibita in uno spettacolo di cabaret.

Partendo dal componimento “Io ti amo” di Stefano Benni, la serie si è sviluppata sul tema dell’amore quale fil rouge che ha caratterizzato questa seconda parte di spettacolo, arrivando a toccare anche degli aneddoti legati alla cultura popolare perugina sugli approcci amorosi di epoca contadina, fino ai recenti metodi via web per conoscere altre persone.

La conclusione è stata affidata a una richiesta del pubblico relativa alla canzone “Notturno Perugino” di Sergio Brugnoli, portata alla ribalta negli anni ’40 da Rino Salviati e riproposta in maniera convincente dalla voce di Mariella Chiarini.

Teatro Bicini

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*