AcousticRoccaFestival a Bastia Umbra, presentato il programma della prima edizione

BASTIA UMBRA, 12 giugno 2015 – “Che sia arte o artigianato, o in bilico tra essi, la liuteria è una magia. Un incantesimo capace di trasformare un comune pezzo di legno in uno strumento unico ed irripetibile” (G. Maragno). “AcousticRoccaFestival”, prima rassegna di musica acustica “unplugged”, di arte e di liuteria, ha al centro proprio questo presupposto ideologico. La presentazione del cartellone è avvenuta all’interno del meraviglioso scenario dei giardini de La Villa di Bastia Umbra.

11 concerti, compresa l’anteprima – tutti ad ingresso libero -, che si terranno dal 19 giugno al 5 settembre. A corollario esposizioni di scultura, pittura e liuteria. AcouticRoccaFestival è proposto dall’Amministrazione comunale attorno ai tre punti cardinali della Città: piazza Mazzini, l’incantevole e intimo chiostro del Monastero Benedettino di Sant’Anna e i prati dei bastioni della Rocca Baglionesca. Tutti i dettagli si potranno trovare nel sito internet del festival www.acousticroccafestival.it

“AcousticRoccaFestival – ha detto l’assessore alla Cultura, Claudia Lucia – offre alla città ed al territorio concerti che, se pur di generi e stili artistici diversi, hanno un unico comun denominatore, l’utilizzo di strumenti che producono suoni amplificati da parti dello strumento stesso, in modo naturale, senza l’utilizzo di sistemi esterni, elettrici o elettronici”.

Un calendario, in sostanza, con spettacoli di musicisti di richiamo nazionale ed internazionale e raffinati talenti emergenti, i cui generi musicali spaziano dalla classica al jazz, passando anche per la bossanova e la musica cantautorale.

“Accanto ai concerti – annota Lucia – sono abbinate esposizioni dedicate ad altre forme artistiche ed espressive, scultura e pittura anzitutto, ma anche liuteria, incomparabile arte grazie alla quale è possibile ‘fare’ la musica e, quindi, vera anima del Festival”.

Il primo concerto in cartellone è previsto per venerdì 19 di giugno alle ore 21 e rappresenta l’anteprima de AcousticRoccaFestival. Il Coro “Città di Bastia”, con la partecipazione del “Coro Aurora” e dell’Anonima Frottolisti, darà l’avvio alla prima edizione di AcousticRoccaFestival: un percorso tra canti e danze dei pellegrini nell’Europa del Medioevo. Musiche tratte da “Cancionero de Upsala”, “Cantigas de Sancta Maria”, “Laudario di Cortona”, “Livre Vermell de Montserrat”. Tutto questo nel Chiostro del Monastero delle Suore Benedettine in via Garibaldi. Titolo del concerto “Musica in Cammino”.

Sabato 4 luglio, in piazza Mazzini alle 18, “Assisi Performing Art”, con Gregory Scimé come direttore. Lo stesso giorno, ma in serata alle 21.30 in piazza Mazzini, “Ron in concerto” in una performance acustica che alternerà chitarra e pianoforte e sarà accompagnata dalle soavi note della violoncellista Giovanna Famulari. Concerti organizzati con “MUSA – Music Assisi Festival”.

Giovedì 16 luglio alle 21, sotto la Rocca Baglionesca sul Prato dei Bastioni, il pianista Egidio Flamini insieme a Studio Danza Città di Castello, con il concerto “H20. Storia di due gocce d’acqua”. Il maestro e professore Stefano Ragni lo ha definito: “Un pianista dalle dita d’arcobaleno…con una falcata tecnica da Rachmaninov e una tenerezza schubertiana”.

“VoiceBassDuo”, straordinario duo di contrabbasso e voce, con Giovanni Armanni e Arianna Rossetti, saranno anche loro sul palco del Monastero Benedettino giovedì 23 luglio alle ore 21. Il duo contrabbasso e voce nasce da una passione di Arianna e Giovanni per la “musica spogliata” del superfluo e ridotta ai minimi termini. Grazie a questa assenza di “vincoli” voce e contrabbasso si esprimono al massimo delle loro possibilità artistiche. L’ atmosfera che si crea è ricercata e seducente. I brani riproposti in questa chiave particolare sono cover famose arrangiate da Giovanni Armanni oppure dal duo “Musica Nuda” al quale il progetto VoiceBassDuo si ispira. Per altro a loro vanno i ringraziamenti dell’Amministrazione comunale per aver dato un piccolo saggio della loro grande capacità prima dell’inizio della conferenza stampa di presentazione ai Giardini de La Villa.

Tornano in Umbria, dopo una tournée all’estero, gli “UmbriAEnsemble”, con “Amarcord, il sogno del Cinema”. La grande Musica scritta per il Cinema, destinata a superare il sogno. Ennio Morricone, Astor Piazzolla, John Williams Nino Rota e Nicola Piovani. Appuntamento giovedì 30 luglio alle 21 al Chiostro del Monastero.

Giovedì 6 agosto Ore 21, alla Rocca Baglionesca, Prato dei bastioni di via della Rocca, i “Four-B. Italiani in Jazz”. II progetto ideato dal quartetto rappresenta un tributo alla canzone italiana dagli anni ’30 sino ai nostri giorni.

Sempre nella stessa location del prato dei Bastioni, gli “Ipanema Breeze”, con la sensualissima voce di Lisa Maroni. Concerto fissato per il giovedì 13 agosto alle ore 21. Lisa Maroni nel suo canto utilizza il linguaggio del jazz,ma soprattutto lo strumento della voce per entrare in profondità e andare oltre. Al suo fianco la band “Ipanema Breeze”, interamente composta musicisti professionisti.

Giovedì 20 agosto alle 21, due calibri da novanta per il festival. Sotto la Rocca Baglionesca, in due, Ramberto Ciammarughi al piano e Patrizia Bovi alla voce, con il progetto “Terre”. Progetto musicale, nato per ricordare Sergio Piazzoli, punto di riferimento essenziale per la musica e la cultura in Umbria. Ciammarughi è uno dei più grandi pianisti jazz italiani e Patrizia Bovi è la voce dei leggendari “Ensemble Micrologus”.

Si torna al mistico Chiostro giovedì 27 agosto alle ore 21 con il “Simone Gubbiotti Trio”. Il progetto proposto da Simone Gubbiotti per l’etichetta americana Dot Time propone musica jazz originale in chiave moderna modellata sull’esperienza di vita dei tre componenti (Sergio Loppa alla batteria e Davide Liberti al basso), senza mai perdere di vista la melodia e l’espressività.

Sabato 5 settembre alle 21 il gran finale. Piazza Mazzini sarà “invasa” dalla Perugia Big Band di Ferdinando “Nando” Rosselletti. Titolo del concerto “100 years of Frank Sinatra. The voice to swing”.

A corollario delle proposte concertistiche sei esposizioni d’arte. Scultura e Liuteria al Chiostro del Monastero Benedettino di Sant’Anna: il 23 luglio esposizione dello scultore Armando Moriconi, il 30 luglio del grande liutaio Vincenzo Cipriani e il 27 agosto dell’artista Federico Della Bina. Il prato dei bastioni della Rocca Baglionesca sarà invece dedicato alla Pittura: il 6 agosto esporrà Fuderno, il 13 agosto Francesca Capitini, il 20 agosto Stefano Frascarelli. Tutte le esposizioni saranno visitabili a partire a partire dalle ore 21.

L’assessore alla Cultura, Claudia Lucia, descrive, infine l’AcousticRoccaFestival, come “un progetto che ho nel cuore da molto tempo proprio per Bastia, la città che amo”. L’assessore desidera esprimere la più sincera gratitudine a quanti hanno contribuito alla sua realizzazione. Un grazie, Lucia lo rivolge al Sindaco Stefano Ansideri ed ai colleghi Amministratori per non aver mai dubitato del valore dell’iniziativa e per “avermi – afferma – lasciata libera nelle scelte artistiche, organizzative ed economiche”.

Un grazie, anche ai collaboratori del suo ufficio Cultura per essersi prodigati nella realizzazione della rassegna, con dedizione e competenza. “Una doverosa e sentita riconoscenza – conclude – va a Marcello Migliosi per avermi sostenuta, consigliata e assistita in tutte le fasi di programmazione del Festival. Molte scelte artistiche sono frutto della sua sensibilità musicale e dell’esperienza maturata nell’Associazione Jazz Club Perugia e nell’Associazione Culturale Perugia Big Band. A lui devo, forse più che a chiunque altro, il coraggio di aver intrapreso quest’iniziativa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*