A Perugia la quinta edizione di Prologo

Le Pro Loco protagoniste a Perugia. Dal 7 al 10 maggio le associazioni di diversi territori della provincia di Perugia si ritroveranno per dare corso alla quinta edizione di Prologo, manifestazione dedita alla promozione gastronomica e culturale, che presenta la stagione estiva delle sagre paesane. Dopo aver toccato i comuni di Torgiano, Corciano e Deruta, l’evento promosso dal Comitato Unpli del Perugino torna a Perugia e più precisamente nello splendido scenario dei “Giardini del Frontone”. Quattro giorni di eventi, arte, cultura e buona cucina, con sedici Pro Loco protagoniste. Dopo  i “Tavoli di lavoro monotematici”, svoltasi nella mattinata di giovedì 7 maggio, dedicati a migliorare il rapporto con gli alimenti poco graditi, nella giornata di venerdì 8 maggio la “kermesse” entrerà nel vivo con l’apertura di una mostra mercato e di disegno e una serie di visite guidate alla chiesa di San Domenico. Alle 18 è prevista l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità, poi spazio allo stand gastronomico e allo spettacolo in vernacolo perugino di Mariella Chiarini. Sabato 9 maggio la giornata si aprirà con il tiro a segno e proseguirà con la premiazione della mostra di disegno e alcuni appuntamenti culturali con la chiesa di San Pietro. Poi spazio ai bambini con uno spettacolo di Mario Mirabassi e alla danza, con lo “Studio Danza Morlacchi di Perugia”. All’ora di cena non mancheranno le gustose pietanze preparate dalla pro loco e la musica dal vivo. Domenica la giornata conclusiva e un interessante convegno la sede del Comando Legione Carabinieri Perugia dal titolo: “Linee guida per crescere insieme valorizzando il territorio”.

LE SEDICI PRO LOCO PARTECIPANTI CON I LORO “PIATTI TIPICI” – Balanzano (ripieni di verdure), Brufa (antipasto), Castelleone (cannibale), Chiugiana (penne alla chiugianese), Civitella D’Arna (ci-vitellina), Deruta (ciaramicola), Fratticiola Selvatica (fagioli con cotiche), Mugnano (torciglione e gelsomini), Pila (torta al testo con prosciutto), Ripa (antipasto zafferano e tartufo), Ripabianca (coratina d’agnello), San Martino in Campo (polenta della scartocciatura), San Martino dei Colli (risotto al Sagrantino) Sant’Angello di Celle (birbanti), Sant’Enea (bruschetta con barbozzo), Torgiano (supplì).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*