Truffa dello specchietto, 18enne catanese denunciato

E' stato indagato per truffa, dovra lasciare l'umbria e non tornarci mai più

Truffa dello specchietto, 18enne catanese denunciato

Truffa dello specchietto, 18enne catanese denunciato

Una indagine lampo degli agenti delle Volanti consente di individuare ed assicurare alla giustizia l’autore di una truffa con la tecnica “dello specchietto”. E’ stata una telefonata al 113 a segnalare alla Sala Operativa la presenza in zona Pievaiola di una Polo di colore bianco con un ragazzo alla guida che aveva messo a segno la truffa con il sistema collaudato. Il richiedente raccontava l’episodio che gli era successo il giorno prima:  mentre percorreva una strada secondaria e non molto ampia notava quella autovettura in sosta sul lato destro della carreggiata. Nel sorpassarla udiva un rumore tipo un sasso tra le ruote; veniva rincorso dal conducente che asseriva di avere subito il danneggiamento dello specchietto laterale sinistro.

Il richiedente era certo di non aver colpito nulla ma effettivamente constatava che il vetro dello specchietto del truffatore era danneggiato; gli ha dovuto versare una somma per comporre bonariamente il danno. Gli agenti, appreso il racconto,  segnalavano il modello e la targa e poco distante la vettura veniva individuata, ferma sul ciglio destro di un’altra strada secondaria. A bordo era presente soltanto il conducente che veniva identificato per un 18enne di Catania. La sua vettura corrispondeva a quella segnalata dal richiedente al 113 e gli operatori constatavano che il vetro dello specchietto laterale sinistro era infranto.

Sul posto veniva effettuata una perquisizione che consentiva il rinvenimento di un pastello con punta grande di colore nero custodito nella tasca dei pantaloni. L’oggetto, munito di cappuccio in plastica, veniva debitamente sequestrato perché palesemente usato per segnare la parte della carrozzeria dell’autovettura della parte lesa e per essere lanciato sull’autovettura in transito al fine di provocare un rumore simile all’urto degli specchietti. Il giovane è stato quindi condotto in Questura, indagato per truffa e proposto per la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*