Unipegaso

Terremoto, Norcia e dintorni, neve e freddo polare, cittadini sempre più soli

Una trentina di persone che non ne vogliono sapere di lasciare le tende in cui vivono dal 30 ottobre

Terremoto in Valnerina, Carla Spagnoli, da mesi solo prese in giro!
Foto di Vera Pjetrushaj

Terremoto, Norcia e dintorni, neve e freddo polare, cittadini sempre più soli NORCIA -“E’ arrivata la tanto attesa neve, la scusa dei politici per non fare i lavori sia delle strade, sia dei container o casette vitali per l’economia di Castelluccio di Norcia”. Lo scrive Augusto Coccia su Facebook.

Il termometro è sceso a – 15 gradi, vento forTe e temperature polari. Arrabbiato Coccia scrive: “Si allungano i tempi per la riapertura delle strade, si allunga tutto ma questi burocrati non hanno capito che la fioritura avviene solo se gli agricoltori seminano le lenticchie il farro etc. Siamo a gennaio e non mi sembra che si sia mossa una paglia e conoscendo Castelluccio fino ad aprile non succederà niente, poi i tempi saranno corti e non si farà in tempo a fare quello che occorre”.

“Un signora, Vera Pjetrushaj, ieri sempre su Facebook scrive: “Ecco come la festeggiamo la befana noi a Ancarano. Nella tenda, nelle roulotte, senza corrente, e senza l’acqua…ah dimenticavo tanti di noi con la febbre a 39…Questa è la situazione da noi…Grazie”. Al suo post ha allegato delle foto del campo.

A Norcia la neve ha smesso di cadere dalle prime ore del mattino di ieri, ma le forti raffiche di vento hanno creato i disagi maggiori per chi ancora vive nelle tensostrutture. Dal dal centro funzionale della Protezione civile dell’Umbria fanno sapere che stanno tentando di trasferirli negli alberghi. Il problema è che ci sono una trentina di persone che non ne vogliono sapere di lasciare le tende in cui vivono dal 30 ottobre. Anche ieri gli operatori, sia del Comune che della Protezione civile, hanno cercato di convincerli ad andare in albergo o nel container-ostello ancora non assegnato, ma fino a tarda sera hanno incontrato resistenze.

Le temperature scenderanno ancora, si toccheranno anche i -17 gradi stando alle previsioni e le raffiche di vento rendono tutto più complicato. Il container messo a disposizione è di 48 posti e si trova a Norcia. Finora però soltanto in quattro hanno accettato di trasferirsi lì per un paio di giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*