Terremoto, a Norcia aperta anche Porta Ascoli, si riduce zona rossa

Al via anche la rimozione dei resti della basilica

Terremoto, a Norcia aperta anche Porta Ascoli, si riduce zona rossa

Terremoto, a Norcia aperta anche Porta Ascoli, si riduce zona rossa NORCIA –  A Norcia la “zona rossa” si riduce ancora. E’ stata aperta Porta Ascoli e altre vie adiacenti a corso Sertorio. Al via anche la rimozione dei resti della basilica, sia all’interno della stessa che lungo la via laterale che collega le due principali porte della città attraverso piazza San Benedetto. Sarà un gruppo di restauratori dell’Istituto superiore per la conservazione ed il restauro del Ministero dei Beni culturali a guidare i lavori, coadiuvato da volontari e dai vigili del fuoco.

Da alcuni giorni I vigili del fuoco, intanto, sono impegnati, infatti, a stabilizzare anche il campanile di Santa Maria Argentea. A Norcia la voglia di tornare a vivere e a lavorare si manifesta anche attraverso le riaperture degli esercizi commerciali. All’interno delle mura ha ripreso l’attività il primo ristorante, l’osteria “Sienti ‘n può” di Rodolfo Di Biasio e Stefania Borrini. Il recupero delle macerie è cominciato dopo che la facciata della Basilica è stata messa in sicurezza con una doppia “gabbia” realizzata con tubi innocenti. Una volta liberato il percorso si potrà tornare ad attraversare il centro storico.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*