Terremoto, in Umbria 665 assistiti tra Norcia e Cascia

Una nuova scossa nella notte di magnitudo 2.7 è stata registrata dall'Ingv nella zona di Norcia

Terremoto Norcia, arrivano le prime tende, container prima di Natale

Terremoto, in Umbria 665 assistiti tra Norcia e Cascia. Sono concentrate nell’area della Valnerina tra Norcia e Cascia le 665 persone che in Umbria, secondo gli ultimi dati dalla protezione civile sono assistite in tende  e struttura di accoglienza. Per tutti sono comunque già disponibili da tempo soluzioni alternative con il contributo per l’autonoma sistemazione e con i posti letto (circa 500 a Norcia) messi a disposizione da 80 alberghi in tutta la regione. Già oltre 2 mila i sopralluoghi già compiuti dai tecnici per accertare l’agibilità delle abitazioni mentre entro tre o quattro mesi saranno pronte le casette di legno per chi avrà avuto la casa effettivamente danneggiata. Una nuova scossa nella notte di magnitudo 2.7 è stata registrata dall’Ingv nella zona di Norcia.

Nel frattempo continuano le elaborazioni dell’INGV relativamente alla misura dello spostamento al suolo causato dal terremoto nelle aree colpite. Le immagini ricavate tramite la tecnica della interferometria differenziale DinSAR (che prevede il calcolo dello spostamento del terreno attraverso la variazione del segnale elettromagnetico emesso da un satellite e riflesso dalla superficie terrestre, prima e dopo l’evento) e che mostrano come le deformazioni più marcate (in rosso) siano localizzate tra la dorsale del Monte Vettore ed il Pian Grande di Castelluccio.

interferogramma-ingv

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*