Terremoto, Confcommercio ha incontrato la presidente Marini

La Giunta Confcommercio ha incontrato la presidente Marini

Terremoto, Confcommercio ha incontrato la presidente Marini PERUGIA – Incontro tecnico in Confcommercio, tra la Giunta dell’associazione degli imprenditori umbri del terziario guidata dal presidente Giorgio Mencaroni e la presidente della Regione Catiuscia Marini, per fare il punto sui danni provocati dal terremoto, ma soprattutto sulle azioni da condividere perché i problemi di oggi si trasformino in altrettante opportunità di sviluppo per la comunità regionale. All’incontro, che si è svolto ieri sera nella sede Confcommercio a Perugia, hanno preso parte, tra gli altri, Luciano Proietti, Segretario della Commissione Regionale ABI dell’Umbria, e Marcello Nasini, vicepresidente dell’Associazione Comuni dell’Umbria: entrambi sollecitati dagli imprenditori ad assumere misure immediate e concrete per aiutare le imprese, tutte le imprese umbre, in questa fase difficilissima del post terremoto, perché possano – con facilitazioni nell’accesso al credito e tagli alla pressione fiscale sul territorio – riaprire o continuare a tenere aperte le saracinesche e dare il proprio contributo alla ripresa economica.

Tre i punti più significativi emersi dall’incontro.

– Il primo è la consapevolezza condivisa che tutta la regione è stata danneggiata dal terremoto, come hanno efficacemente raccontato i rappresentanti degli imprenditori di diverse aree della regione. Da qui, la richiesta del riconoscimento del danno indiretto che la Regione sostiene, come ha spiegato la presidente Marini, proponendo una misura emergenziale finalizzata a tutta la filiera del turismo e al commercio con esso connesso e che opera soprattutto nei centri storici dell’Umbria. Dalla consapevolezza delle condizioni drammatiche in cui si trovano molte imprese umbre nasce anche la richiesta di Confcommercio sul fronte del lavoro, per un contributo all’occupazione che consenta alle imprese di stare aperte e ai lavoratori di continuare a lavorare, di non perdere posti di lavoro e soprattutto i profili professionali più elevati che rischiano di migrare altrove, in una prospettiva di continuità e di ripresa.

– Secondo punto al centro dell’incontro è stato quello delle azioni positive e di contrasto al fenomeno dell’abbandono turistico dell’Umbria, che ha messo in ginocchio le imprese. La presidente Marini, a questo proposito, ha condiviso con gli imprenditori gli intenti della Regione per investimenti strutturali nella comunicazione dell’Umbria, attraverso soprattutto il web e il digitale, e nello sviluppo di nuove competenze che affianchino le imprese in processi di sviluppo veramente innovativi, e che rappresentino opportunità interessanti di lavoro per i giovani umbri. Le risorse, ha specificato la presidente Marini, ci sono e le aziende umbre ICT, rappresentate da Assintel Confcommercio, sono pronte a fare la loro parte.

– Terzo fronte, proprio per realizzare concretamente le necessarie azioni positive per rilanciare l’Umbria terremotata, quello degli eventi: la presidente Marini ha preannunciato le iniziative della Regione; Confcommercio Umbra sta lavorando attivamente ad eventi che porteranno in Umbria brand di livello internazionale. In un’ottica, in sintesi, di massima disponibilità alla collaborazione.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*