Terremoto Centro Italia: Renzi, almeno 120 morti, non è un bilancio definitivo”

I feriti e i malati portati via da Amatrice e Accumoli sono 368 da questa mattina

Terremoto Centro Italia: Renzi, almeno 120 morti, non è un bilancio definitivo"

Terremoto Centro Italia: Renzi, almeno 120 morti, non è un bilancio definitivo”. “Sono almeno 120 le vite spezzate e non è un bilancio definitivo. I feriti e i malati portati via da Amatrice e Accumoli sono 368 da questa mattina”. Lo ha detto Matteo Renzi a margine della conferenza stampa svolta a Rieti, dopo il terremoto che ha distrutto in Centro Italia.

“Stiamo parlando di realtà medievali che sono straordinariamente belle e affascinanti ma rischiano di più nei momenti di sisma”, ha aggiunto inoltre Renzi facendo riferimento ai centri storici dei comuni maggiormente colpiti
dal terremoto.

“Domani al Cdm saranno varati i primi provvedimenti che saranno già immediati, ma credo sarà necessario un lavoro molto serio e costante nei prossimi giorni e mesi. Il Cdm di domani proclamerà lo stato d’emergenza per le zone colpite dal terremoto di questa notte.”

“Aprire una discussione polemica quando si ha un sisma di questa gravità non ha alcun significato, ora è il momento delle lacrime”. Lo ha afferma il premier Matteo Renzi dalla prefettura di Rieti rispondendo a chi gli fa notare l’elevato numero di vittime in occasione degli ultimi terremoti che hanno colpito l’Italia. “Ciascuno faccia le sue valutazioni. Di fronte a un grave terremoto la prima cosa da fare è sicuramente creare condizioni in cui si possa ricostruire in un clima di sicurezza”, ha concluso Renzi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*