Sisma Umbria, situazione più critica nel comune di Norcia

La protezione civile dell'Umbria sta affrontando la situazione in piena autonomia

Sisma Umbria, situazione più critica nel comune di Norcia. Il sisma che stamani ha colpito l’Umbria ha fatto registrare la situazione  più critica nel comune di Norcia dove si sono verificate lesioni ad alcune case private, ad infrastrutture e, soprattutto,  a beni culturali, fra i quali il Seminario vescovile e le Chiese di Santa Illuminata e di San Benedetto.

“Attenderemo ancora 24 ore prima di attivare  le squadre per i sopralluoghi, già sul posto, perché lo sciame sismico è ancora in corso – ha spiegato Filippo Battoni della sezione Beni culturali in emergenza della Protezione civile della Regione Umbria –  È anche una questione di sicurezza – ha detto – Dalla prima scossa di stamane, alle

3.36 – ha proseguito Battoni -, sono state infatti 60 le scosse superiori a magnitudo 2 registrate fino alle 12, di cui una decina sopra magnitudo 3. I primi sopralluoghi sono stati per ora affidati ad una unità operativa mobile regionale robotizzata. Alle 4 di stamani il sistema della protezione civile della Regione era già pienamente operativo, con la partenza dei primi soccorsi per la popolazione e di un camion della protezione civile con 150 moduli letto e quindici tende in direzione di Norcia e con il prossimo allestimento di una mensa mobile”.

“La protezione civile dell’Umbria – ha concluso – sta affrontando la situazione in piena autonomia, con efficienza e tempestività e informa che dai prelievi effettuati dalla ‘Vus’ l’acqua è potabile in tutte le zone interessate dal sisma”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*