Sisma Centro Italia, Anas, rimane chiusa la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre VIDEO

Anas impegnata con oltre 60 persone tra operatori e tecnici

Sisma Centro Italia, Anas, rimane chiusa la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre

Sisma Centro Italia, Anas, rimane chiusa la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre. Proseguono le operazioni dell’Anas per ripristinare la transitabilità sulle strade statali in seguito ai danni provocati dal sisma nel Centro Italia. In queste ore sono impegnati oltre 60 operatori specializzati e tecnici, con circa 40 mezzi, nei tratti danneggiati.

La riapertura della strada statale 4 “Via Salaria”, attualmente chiusa in entrambe le direzioni tra l’uscita per Amatrice e Grisciano (comune di Accumoli), in provincia di Rieti, è prevista entro la giornata di domani. In questo tratto l’arteria è stata interessata da deformazioni del piano viabile in vari punti del tracciato. Il personale incaricato da Anas sta provvedendo ininterrottamente, 24 ore su 24, ad eseguire gli interventi di ripristino localizzato necessari a riaprire al traffico nel più breve tempo possibile, previo l’esito positivo dei controlli in corso sui viadotti. Il transito è già consentito ai mezzi di soccorso.

Nel tratto marchigiano della Salaria il transito è consentito a senso unico alternato in vari tratti dove sono in corso interventi di ripristino. A Pescara del Tronto le barriere di container installate da Anas all’inizio di ottobre hanno contenuto integralmente una consistente quantità di materiale franato a causa dell’ultima forte scossa, consentendo la riapertura tempestiva al traffico già dal pomeriggio di ieri.

La strada statale e 685 “delle Tre Valli Umbre” (Spoleto-Norcia-Arquata del Tronto) è chiusa in entrambe le direzioni tra Cerreto di Spoleto e Serravalle, in provincia di Perugia, e tra Norcia (PG) e Arquata del Tronto (AP).


Umbria Journal TVIl Tg a portata di click

Tra Cerreto di Spoleto e Serravalle il transito è consentito ai mezzi di soccorso. In questo tratto l’arteria è stata interessata dalla caduta di massi in vari punti. Le reti di protezione installate a seguito del sisma del 24 agosto scorso hanno consentito di trattenere alcuni grossi massi, evitando gravi danneggiamenti all’infrastruttura. Al momento sono in corso le operazioni di svuotamento e ripristino delle reti, le attività di verifica sulla stabilità delle pendici rocciose e gli interventi di disgaggio dei volumi rocciosi pericolanti che incombono sulla sede stradale, al fine di garantire le condizioni di sicurezza e ripristinare i collegamenti tra Spoleto e Norcia.

Nei pressi di Norcia inoltre il piano viabile è stato interessato da cedimenti e deformazioni, il transito è regolato sul posto.

Tra Norcia e Arquata del Tronto il sisma ha danneggiato la galleria “San Benedetto”, in corrispondenza del confine regionale, e cinque viadotti sul tratto marchigiano. Al momento sono in corso verifiche tecniche e rilievi preliminari agli interventi di consolidamento e ripristino necessari alla riapertura. In questo tratto il transito è pertanto interdetto a tutti i veicoli. I soli mezzi di soccorso provenienti da Ascoli Piceno in direzione Norcia possono transitare fino a Pescara del Tronto.

In considerazione del ripetersi delle scosse sismiche, sono inoltre in corso ricognizioni e verifiche tecniche continue per garantire la sicurezza della circolazione su tutto il resto della rete stradale di competenza, dove attualmente non risultano danni rilevanti.

https://youtu.be/jLKRVGg6l4A

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*