Sicurezza ok in piazza durante i dieci giorni di Umbria Jazz

Importante è stato considerato anche l'esperimento del contapersone, che ha permesso di monitorare gli accessi in piazza praticamente in tempo reale

Sicurezza ok in piazza durante i dieci giorni di Umbria Jazz

Sicurezza ok in piazza durante i dieci giorni di Umbria Jazz

PERUGIA – La sicurezza è stata ok durante i giorni di Umbria Jazz. La questione è stata molto dibattuta nei i dieci giorni del festival, poiché le misure prese inizialmente hanno provocato molto malumore, ma poi la gente ha iniziato ad abituarsi alla novità e la situazione è molto migliorata. Il protocollo sulla sicurezza nei giorni scorsi è stato oggetto di importanti modifiche per permettere a più persone di poter vedere i concerti, non tanto nella zona dei giardini Carducci ma in quella di piazza IV Novembre.

Il sopralluogo dei giorni scorsi dei vertici della questura in piazza è servito per dare l’ok definitivo ad alcune correzioni portate al piano sicurezza che era stato approvato nel corso di vari vertici in prefettura. La zona check point per poter andare in area palco era stata spostata di qualche metro verso corso Vannucci.

Importante è stato considerato anche l’esperimento del contapersone, che ha permesso di monitorare gli accessi in piazza praticamente in tempo reale. Numeri ufficiali non sono stati forniti, ma nell’ultima serata del festival in Piazza IV Novembre si è stimato la capienza iniziale di 4800 persone. La stima parla di almeno 6500-7mila persone. Aumentate anche le vie di uscita e vie di fuga oltre che l’instaurazione di un pre-filtraggio per rendere più veloce e sicuro l’accesso all’area.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*