Si incendia pentola a pressione, uomo salvato da pompieri, polizia e 118 a Bastia

L’incendio è stato spento e l’uomo è stato soccorso dai sanitari dell’ambulanza

Si incendia pentola a pressione, uomo salvato da pompieri, polizia e 118 a Bastia

Si incendia pentola a pressione, uomo salvato da pompieri, polizia e 118 a Bastia. Una pentola a pressione si è incendiata e un marocchino, di 40 anni, ha rischiato di morire. E’ accaduto oggi pomeriggio in via Firenze a Bastia Umbra. L’incendio, del quale hanno dato l’allarme i vicini di casa che vedevano uscire il fumo dalla finestra, si è sviluppato poco dopo le 14. Sul posto sono arrivati subito i vigili del fuoco di Assisi, con una squadra e un mezzo che si trovava in zona a causa degli allagamenti di ieri sera.

L’arrivo dei pompieri gli ha salvato la vita. Da quanto appreso, infatti, i soccorritori avrebbero trovato il nord africano quasi privo di sensi. Il monossido di carbonio è letale anche per questo, non dà modo alle vittime di capire cosa sta accadendo. Le fiamme, probabilmente, si sono sviluppate lentamente e il fumo ha, progressivamente, invaso tutto l’appartamento.

I locali si trovano sul retro e sopra la farmacia comunale. Un perfetto esempio di soccorso quello di oggi a Bastia Umbra. Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco, anche il personale sanitario del 118 di Assisi, con medico a bordo e una squadra volante del commissariato diretto da Francesca Domenica Di Luca. Il marocchino è stato visitato approfonditamente dalla dottoressa che era arrivata con l’ambulanza e si è ripreso immediatamente.

I pompieri, nel frattempo, hanno provveduto ad aprire la pentola che era stata portata rapidamente lungo il grande corridoio comune agli altri appartamenti. Dentro c’era carne oramai diventata carbone. L’africano ha chiesto scusa per il disturbo, forse non si è proprio reso conto che i Vigili del fuoco gli hanno salvato la vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*