Servizi straordinari antiprostituzione a Perugia, tre rimpatri della polizia

5 prostitute controllate, due di origine nigeriana ed una albanese

Prostitute davanti alla chiesa a Ponte San Giovanni, i cittadini, non se ne può più

Servizi straordinari antiprostituzione a Perugia, tre rimpatri della polizia. Ha portato ad ottimi risultati l’attività di pattugliamento messa in atto dalla Polizia di Stato nell’ambito dei controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina e finalizzati al contrasto del fenomeno della prostituzione su strada.

Nella serata di ieri, infatti, il personale della Questura con l’ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine hanno setacciato le aree di Pian di Massiano, via Settevalli, Sant’Andrea delle Fratte, Ellera di Corciano effettuando controlli a tappeto su persone e veicoli. Gli accertamenti hanno condotto all’identificazione di 14 pregiudicati tra le 37 persone identificate.

8 soggetti sono stati accompagnati in Questura per accertamenti e per 3 individui è stato disposto il fermo per identificazione.

9 i veicoli controllati e si è proceduto, con esito negativo, anche a perquisizioni per sospetto possesso di armi.

5 prostitute controllate, due di origine nigeriana ed una albanese.

In esito alle verifiche, è scattata la procedura di espulsione per una delle due prostitute nigeriane e per la prostituta albanese, risultate prive di documenti ed irregolari sul territorio; entrambe lasceranno la città in giornata. Verrà accompagnato in aeroporto e rimpatriato con il primo volo utile anche un cittadino albanese, anch’egli irregolare, incappato nei controlli e risultato gravato da numerosi pregiudizi di polizia per furto in abitazione, ricettazione e rissa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*