Scuole prese di mira dai ladri, situazione insostenibile

Dramane Wagué: «La situazione è seria, ma al momento niente sorveglianza»

Scuole prese di mira dai ladri, situazione insostenibile

Scuole prese di mira dai ladri, situazione insostenibile

Continuano i furti nelle scuole dell’Istituto comprensivo Perugia 15. Tre colpi nel giro di una settimana. L’ultimo risale nella notte di martedì, alla primaria di Solfagnano in via Milletti, nello stesso edificio che ospita le medie.

La situazione diventa insostenibile. La dirigente scolastica Nadia Riccini ha contattato Comune e Prefettura, scrivendo una lettera ed elencando i furti subiti e richiedendo di intervenire al più presto. Si chiede installazione di sistemi di allarme o di videosorveglianza, poiché questi episodi sono molto inquietanti. Giorni fa è toccato anche al nido comunale di Ponte Pattoli dopo i balordi hanno rubato il salvadanaio dei bambini, lì è stata risparmiata la scuola dell’infanzia adiacente.

I malviventi a Solfagnano hanno buttato giù una finestra che si trova al pianoterra, con un obiettivo preciso: la macchinetta del caffè. Sono più i danni, vetri infranti e serrature divelte. Il bottino è piuttosto scarso, ma costi sono molto alti. Non si fa in tempo a riparare qualcosa che ritornano di nuovo in azione.

«La situazione è seria, ma al momento niente sorveglianza». Lo ha detto l’assessore all’Edilizia scolastica, Dramane Wagué, durante gli incontri che svolge via via sul territorio. Ogni scuola è un caso a sé che va analizzato in modo specifico. In alcune strutture si è pensato di intervenire sulle porte di ingresso con serrature particolari che non consentono agevolmente ai balordi di entrare in azione.

Scuole

1 Commento su Scuole prese di mira dai ladri, situazione insostenibile

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*