Scomparsa di Sandro Bellini, continuano gli interrogatori

Gli inquirenti avrebbero già sentito diverse persone

Anziano scomparso, si alza anche elicottero

Scomparsa di Sandro Bellini, continuano gli interrogatori

Sono ore di attesa quelle relative alla scomparsa di Sandro Bellini, il 53enne ternano che da martedì non è più tornato a casa. Gli inquirenti ora attendono l’esito scientifico di alcuni reperti trovati dentro la macchina del ternano. Macchina data alle fiamme in un luogo davvero nascosto con strada sterrata, vicino Marmore.  Intanto dall’ipotesi del suicidio si è passati a quella dell’omicidio, e questa seconda intuizione sembra sempre più reale. Gli inquirenti avrebbero già sentito diverse persone che, per diverse ragioni, vengono considerate capaci di fornire notizie utili alle indagini. Tra queste ce ne sarebbe una che potrebbe consentire alle indagini di fare una svolta importante. Una persona che conoscerebbe bene Claudio Bellini, in grado di sapere molte cose e notizie.

La sorella Claudia continua a fare considerazioni preoccupanti. Pochi giorni fa ha detto di avere “un brutto presentimento”. Chiarendo che Sandro “non si sarebbe mai allontanato da casa senza portare dietro gli indumenti”. C’è un particolare che Claudia Bellini ha riferito: “Non si  sarebbe mai allontanato da casa senza informare un’amica che si prendeva cura dei suoi amati gatti”. Poi ha aggiunto di essere “terrorizzata e angosciata”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*