Rifiutato da 7 ospedali, muore in Umbria, durante il trasferimento a Terni

I familiari hanno presentato una denuncia alla procura dell’Aquila

Rifiutato da 7 ospedali, muore in Umbria, durante il trasferimento a Terni

Rifiutato da 7 ospedali, muore in Umbria, durante il trasferimento a Terni. E’ stato stroncato da un aneurisma all’orta. Lorenzo Di Nino – 69 anni – è morto nella corsa al pronto soccorso ternano.

La tristissima vicenda è stata resa nota dal quotidiano “Il Centro” solo adesso. La morte invece sarebbe avvenuta il 12 agosto scorso. I familiari hanno presentato una denuncia alla procura dell’Aquila – dove da tempo l’uomo risiedeva. Il suo ricovero era stato rifiutato da ben 7 ospedali in Abruzzo, motivo per cui è stato richiesto l’atterraggio in eliambulanza a Terni.

Racconta così il figlio Cosimo al quotidiano «Mio padre si è sentito male intorno alle 7,30 del 12 agosto, mentre era in casa. Abbiamo chiamato la guardia medica che ha sollecitato l’intervento dell’ambulanza. Dopo circa un’ora eravamo al pronto soccorso di Sulmona. Nell’ospedale peligno non è stato possibile operarlo e sono scattati i contatti con gli altri ospedali abruzzesi, tra cui Chieti, centro specializzato per questi casi. Purtroppo, stando a quello che ci hanno detto, non c’era personale in nessun centro della nostra regione e a Chieti la sala operatoria sarebbe tornata disponibile dopo le 15». E’ stato quindi trasferito a Terni, ma l’uomo non ce l’ha fatta ed è morto durante il tragitto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*