Rapina cellulare in discoteca a Perugia, smascherato dalle foto su Facebook

La polizia rintraccia e ammanetta un marocchino 25enne incensurato

Rapina cellulare in discoteca a Perugia, smascherato dalle foto su Facebook

Rapina cellulare in discoteca a Perugia, smascherato dalle foto su Facebook. La Polizia di Stato ha rintracciato ieri pomeriggio in Piazza Quattro Novembre e lo ha posto in stato di fermo di p.g. per rapina un 26enne marocchino, incensurato e sconosciuto alle forze di polizia italiane. L’indagine è stata avviata dalla denuncia di un 22enne che mercoledì sera si era recato in una discoteca del centro Storico per un affollato evento danzante. Durante la festa gli era caduto l’I-PHONE, ma prima che fosse riuscito a riprenderlo, uno sconosciuto, tra la ressa, gli dava una improvvisa spinta, arraffava il telefono e si dileguava tra il pubblico presente.

Il giovane lo aveva potuto vedere bene in viso ed aveva avuto l’idea di cercare su Facebook, tra le pagine dell’evento e di quelle personali dei partecipanti, eventuali immagini che ritraessero il rapinatore. Effettivamente da foto era possibile ben identificare il reo, grazie a più panoramiche collettive pubblicate su profili visibili. Il malcapitato si è quindi recato in Questura per denunciare i fatti accaduti e per consegnare le foto di chi aveva commesso la rapina.

Ai poliziotti quel viso non era noto e quindi le ricerche sono state affidate a tutte le pattuglie impegnate in servizi di controllo del territorio, specie in centro Storico. Una volante lo ha notato che transitava a piedi in Piazza Quattro Novembre; la sua identificazione era certa e quindi lo ha  ammanettato, posto in stato di fermo di p.g. per rapina e condotto in carcere. Era un 26enne, sedicente marocchino, sconosciuto alla Polizia italiana; evidentemente era arrivato da poco eludendo i controlli di Frontiera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*