Radio Subasio un compleanno speciale in una Perugia più bella che mai [VIDEO E FOTO]

Una piazza, piazza IV Novembre affollata fino all’inverosimile

RadioSubasio un compleanno speciale in una Perugia più bella che mai [VIDEO]

RadioSubasio un compleanno speciale in una Perugia più bella che mai [VIDEO]

di Simona Cortona
Radio Subasio e i suoi 40 anni di musica italiana.  Una radio nata in un garage tra transistor e valvole alle pendici del monte Subasio dai figli del Patron Mario Settimi, Marco e Rita, e trasformatasi in una realtà innovativa e di successo del panorama radiofonico italiano. Oggi Radio Subasio è a Perugia per festeggiare i suoi 40 anni con un grande evento, “una festa popolare” – come hanno dichiarato in conferenza stampa gli organizzatori– senza precedenti. Una piazza, piazza IV Novembre affollata fino all’inverosimile, le mura del Palazzo dei Priori e del Duomo “vestite” da immagini e proiezioni grafiche di grande impatto, le performance di artisti di grande rilievo del panorama nazionale italiano per uno spettacolo indimenticabile. Una produzione imponente con grandi professionisti che hanno lasciato il segno di un evento che verrà ricordato per molto anni.

1000 mq di video mapping, 150 mq di led sul palco, una regia live a più camere sotto la direzione artistica di Andrea Camporesi e la regia di Gaetano Morbioli, collaboratore dei più grandi artisti del panorama italiano come Celentano e la Pausini, lo staff di RCF guidato da Gustavo Ferretti, professionisti del suono nei concerti di Ligabue e Vasco Rossi con 120 diffusori dislocati in piazza IV novembre e corso Vannucci, cinque torri delay con trasporto del segnale in fibra ottica, quattro mixer digitali ed oltre 150 moving light; gli autori Ermanno Labianca e Paolo Logli, ma sopra tutto il gruppo di Radio Subasio: i fratelli Rita e Marco Settimi Presidente e Amministratore, il portavoce avvocato Giuseppe Caforio, il comparto artistico rappresentato da Davide Alianello, Station Manager e dal PR storico, Sergio Menghini, l’organizzatrice di eventi Silvia Ferrari della Agenzia TGC Eventi con il suo responsabile di produzione Francesco Franky D’Arcangelo, il suo braccio destro Francesca Rossi, Massimo Tesorini e Daniele Bocchini che insieme hanno curato con grande maestria e professionalità una macchina davvero complessa.

Lo spettacolo inizia con il messaggio e un minuto di silenzio inviato dalla Diocesi perugina al pubblico presente in piazza per ricordare i “tanti cristiani e martiri perseguitati per la fede nel mondo ed in particolare nel medio oriente”. Un silenzio surreale svela una piazza che già alle 20.00 contava (stima della Questura) 12.000 presenti ma che toccherà le 20 mila due ore più tardi con qualche malore in piazza Matteotti e piazza Danti.

Claudia Gerini in tuta d’orata ed Enrico Papi, conduttori della serata che hanno riservato parole di ringraziamento ai tanti ascoltatori arrivati in città, al Comune di Perugia per il Patrocinio, alla Questura e alla Protezione Civile e che hanno condotto una serata e un cast stellare magnificamente. L’hashtag #uncompleannospeciale entrato già alle 22.00 nei TT su Twitter in terza posizione conferma agli organizzatori che l’obiettivo è stato centrato,  lo spettacolo piace e qui in piazza IV Novembre un fiume di persone twitta, condivide, fa live video su Facebook. Ma sopra ogni cosa, questo colpo d’occhio che affascina ogni ospite che sale sul palco, canta, di diverte, piange.

Il primo ospite a salire sul palco è  Max Pezzali  con “Sei un mito e “Due anime” che ha subito cominciato a scaldare il pubblico venuto da ogni parte dell’Umbria e fuor. E’ stata poi la volta del duo  Benji & Fede, Benjamin Mascolo e Federico Rossi, popolarissimi per il pubblico adolescente, che ha cantato con loro  “Tutto d’un fiato” e “New York”.  E’ la volta di Alessio Bernabei che da solista, dopo l’esperienza con i Dear Jack , ha raggiunto numeri da record con il suo Noi siamo infinito, (3 milioni di streaming su Spotify, 9 milioni su YouTube) seguito dalla splendida Alessandra Amoroso, attenta al suo pubblico e a renderli protagonisti dello spettacolo  con  selfie e video cantando  “Stupendo fino a qui” e “Comunque andare”.

E’ la volta dell’artista più amata, la divina della musica italiana: Fiorella Mannoia che con “Perfetti Conosciuti” e “Quello che le donne non dicono” cantata con Enrico Ruggeri farà sì che la poesia e l’amore contagi ancor di più in ogni angolo della città. Fiorella Mannoia passerà il testimone a Roberto Vecchioni con “Sogna Ragazzo Sogna” e il suo cavallo di battaglia “Chiamami ancora amore” fino a d arrivare a Francesco Renga, emozionato dalla bellezza di Perugia e da quel mare di  di persone che arriva fino a Piazza Italia con “Il mio girano più bello” e Guardami amore”.

Salgono sul palco alle 22.55 gli Zero Assoluto con un medley di “Svegliarsi la mattina, Di me e te e Per Dimenticare” e tutto il centro storico di Perugia diventa off limits, le piazze (Piazza Italia, Piazza della Repubblica e Piazza Matteotti)  dove sono stati istallati i monitor sono gremitissime e nessuno riesce più a muoversi.  E poi arriva, lui,  Francesco Gabbani vincitore della Categoria Giovani del Festival di Sanremo 2016 con “Amen” definito dall’artista “una rinascita”, e con “Eternamente ora” che emoziona le sue giovani fans, in attesa fin dal primo pomeriggio.

“Con la descrizione di un attimo” e “Piccoli miracoli” che salgono sul palco i Tiromancino che  lasciano il palco a Ron per “Una città per cambiare” e “Non abbiamo bisogno di parole”.

Sono le 23.34 quando si entra  nel rush finale del concerto con Michele Zarrillo, Alex Britti con “Baciami e portami a ballare” e “Solo una volta (o tutta la vita)” che lasciano il posto all’attesissimo Lorenzo Fragola che dopo Zero Gravity e la vittoria di X Factor 8 ci farà ascoltare “Luce che entra” e “Siamo Uguali”  fino a condurci al gran finale con gli Stadio con un “Un giorno mi dirai” e il successo di Sanremo “Miss Nostalgia”.

Il compleanno di Radio Subasio termina alle 00.40 come da scaletta e la città di Perugia tira un sospiro di sollievo, ha accolto e permesso il deflusso di 30 mila persone solo in Corso Vannucci (stima Questura), ha impegnato 50 volontari di Protezione Civile e 13 dipendenti della Protezione Civile comunale con funzioni di coordinamento, 72 Carabinieri ai 18 varchi di accesso al centro storico,  49 agenti di Polizia Municipale in servizio tra il pomeriggio e la sera impegnati anche nel sequestro di  2 grandi ceste colme di bottiglie di birra e acqua senza autorizzazione.

La festa del popolo di Radio Subasio è finita e 40 anni sono passati, anche per chi scrive purtroppo,  ma mi piace chiudere questo racconto con le parole di Rita Settimi:

“la voglia di incontrare i nostri ascoltatori è l’anima di questa grande festa per i nostri 40 anni, un compleanno spettacolare che abbraccia, come da tradizione, i nostri ascoltatori e gli artisti che hanno accolto l’invito senza esitazioni. Ci piace ripetere che per noi i nostri ascoltatori non si chiamano target, sono amiche e amici che ci lasciano entrare nelle loro vite”.

E oggi qui, a Perugia, in piazza IV Novembre è stato proprio cosi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*