Prostitute davanti chiesa Ponte San Giovanni, cittadini, non se ne può più [VIDEO]

Il fenomeno coinvolge anche i giardini, dove giocano i bambini e il mercato

Prostitute davanti chiesa Ponte San Giovanni, i cittadini, non se ne può più

Prostitute davanti alla chiesa a Ponte San Giovanni, i cittadini, non se ne può più. PONTE SAN GIOVANNI – Ha superato ogni limite. E’ così descritta la situazione dei cittadini di Ponte San Giovanni che sono costretti ogni giorno vedere quelle donnine a prostituirsi di fronte alla chiesa di Ponte San Giovanni.

Il fenomeno coinvolge anche i giardini, dove giocano i bambini e il mercato, fino alla caserma dei carabinieri. In molti si sono mobilitati per far fronte al problema, dai comitati alle associazioni del territorio. “Stiamo verificando la situazione – fa sapere don Gianluca Alunni – insieme ad associazioni e forze dell’ordine. Siamo di fronte ad un fenomeno presente anche in altre parti del territorio, che ci impone una riflessione sul senso di essere cristiani”.


Umbria Journal TVIl Tg a portata di click

I carabinieri hanno già sanzionato diversi clienti, in virtù dell’ordinanza sindacale che vieta ai clienti di avvicinare le lucciole. Tra le prostitute facce note e nuove, tra cui alcune nigeriane rifugiate.


Da Wikipedia: Con il termine prostituzione si indica l’attività di chi offre prestazioni sessuali dietro pagamento di un corrispettivo in denaro. L’attività, fornita da persone di qualsiasi genereorientamento sessuale, può avere carattere autonomo, sottoposto, professionale, abituale o saltuario.

Strettamente legato alla prostituzione è il suo sfruttamento, o lenocinio, praticato per trarre profitto dall’attività di chi offre il servizio, da parte di persone che generalmente si presentano e s’impongono come protettori, o “lenoni”, cioè intermediari e procacciatori di clienti. Inoltre vi sono altre figure legate al fenomeno della prostituzione per cui può configurarsi, al posto dello sfruttamento vero e proprio, il reato di favoreggiamento.

La prostituzione nel mondo è regolamentata giuridicamente in modo estremamente variegato: passando da società che contemplano una legalizzazione completa, ad altre che ne reprimono lo svolgimento per mezzo della pena di morte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*