Primi d'Italia

Da Pisa per spacciare a Perugia, nuova operazione antidroga della Polizia

Una seconda operazione è stata effettuata dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione, coordinato dal Vice Questore Aggiunto Maria Rosaria De Luca

Perugia, denunciati due ladri per ricettazione, avevano rubato orologi, pc e telefoni

Da Pisa per spacciare a Perugia, nuova operazione antidroga della Polizia PERUGIA – Nuova operazione antidroga della Polizia a Fontivegge. Si tratta di due pisani, M.F., del 1980, e L.B., del 1975. Entrambi erano stati visti, sabato pomeriggio, all’interno di un’auto nel parcheggio di un noto centro commerciale ubicato nella zona di Ponte Felcino. Con loro anche un maghrebino. L’auto con i soggetti a bordo, dopo vari giri per il centro storico della città tra via Canali e Via Mario Angeloni, è stata bloccata dalla polizia e controllata. All’interno All’interno di un vano posizionato in corrispondenza del freno a mano, è stato trovato un guanto in pelle da carpenteria all’interno del quale erano stati occultati dieci involucri in cellophane contenenti 50 grammi di eroina. I due sono stati arrestati per il reato di di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Condotti a Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Una seconda operazione è stata effettuata dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione, coordinato dal Vice Questore Aggiunto Maria Rosaria De Luca. Tre cittadini albanesi, già condannati per spaccio di stupefacenti, sono stati rimpatriati. Il primo è un 35enne, che si è macchiato del reato nel 2002. Da allora ha vissuto in clandestinità non ottemperando all’ordine di Espulsione grazie alla rete di protezione offertagli da alcuni familiari regolarmente soggiornati in città e nella zona del Trasimeno che gli hanno offerto più volte rifugio. In poche ore è stato espulso ed imbarcato presso l’Aeroporto San Francesco nel volo per Tirana.

Il secondo è un 26enne, spacciatore di cocaina rintracciato dai carabinieri di Torgiano. Era già stato accompagnato in Albania altre due volte nel 2010 e nel 2012, e ogni volta era rientrato violando le frontiere. Dopo questo rintraccio dei Carabinieri è stato arrestato e condannato a sei mesi di reclusione e l’autorizzazione alla sua espulsione. Quindi la Polizia, dopo gli atti di rito, è stato condotto a Fiumicino per il volo per Tirana. Il terzo è uno spacciatore incallito con tre condanne alle spalle e un periodo di lunga detenzione a Capanne, ove ha saldato legami con la locale criminalità. L’ultima espulsione in Albania risale al 2015 e da allora non si era più evidenziato. I Carabinieri lo hanno sorpreso in una abitazione di un connazionale; da lì si è avviato un nuovo viaggio verso Tirana.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*