Parlamento Europeo a Norcia, Marini: “Vostra presenza gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, nel suo saluto all'incontro svoltosi a Norcia

Parlamento Europeo a Norcia, Marini: “Vostra presenza gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite” NORCIA – “La vostra presenza oggi, qui a Norcia, epicentro del sisma, rappresenta un gesto simbolico, ma anche un gesto molto concreto di vicinanza alle comunità del centro Italia colpite dai vari terremoti delle Istituzioni europee ed in particolare del Parlamento che, più di altri, rappresenta la comunità dei cittadini europei”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, nel suo saluto all’incontro svoltosi a Norcia che ha visto la presenza del Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, dei vice presidenti e dei rappresentanti di tutti gruppi politici presenti in Parlamento.

“Il terremoto – ha aggiunto Marini – ancora una volta in questa nostra terra, così come nelle Marche in Abruzzo e nel Lazio, ha colpito duramente, procurando non solo danni fisici evidenti al ricco patrimonio edilizio e storico artistico, ma anche paura, ansia e inquietudine che rischiano di lacerare il tessuto sociale ed economico di una comunità e di una popolazione molto resiliente, forte e determinata sebbene fiaccata da fragilità e avversità”.

“Anche per questo – ha proseguito la presidente – sarà importante avviare rapidamente la ricostruzione, a cominciare dalle imprese e dalle scuole, e restituire fiducia attraverso la concretezza degli interventi, la sicurezza dell’impianto di ricostruzione, la qualità anche sociale della ricostruzione. E sarà allora prezioso, accanto a quelli del Governo nazionale e delle istituzioni locali e regionali, il contributo, l’apporto fattivo e concreto delle Istituzioni europee, nello spirito di sussidiarietà proprio dell’Europa. Di un’ Europa che ha bisogno, essa stessa, di ridare forza al progetto europeo, di riacquisire consenso e fiducia da parte dei cittadini, di ristabilire una relazione sentimentale con la propria gente”.

La presidente, ricordando la grande forza e tenacia degli umbri e degli abitanti della Valnerina e lo straordinario impegno per la ricostruzione, ha citato Altiero Spinelli, uno dei padri fondatori dell”Unione europea, secondo il quale “La via da percorrere non è facile, né sicura. Ma deve essere percorsa, e lo sarà!”.

“Norcia è la terra di San Benedetto e nella simbologia cristiana è raffigurato dalla croce, dal libro e dall’aratro. Simboli di cui – ha concluso la presidente – ha bisogno anche l’Europa oltre che i nostri territori per ripartire”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*