Papa ad Assisi, pranzo con profughi, si festeggia Bartolomeo I

Colloqui privati con Bartolomeo e gli altri leader

Papa pranza con profughi, si festeggia Bartolomeo I

Papa ad Assisi, pranzo con profughi, si festeggia Bartolomeo I. Un Papa “molto sorridente” al pranzo di pace che si è tenuto nel Refettorio del Sacro Convento di Assisi. Presenti i circa 500 rappresentanti delle fedi che hanno preso parte all’evento. “La preghiera per la pace è stata preparata da un bel momento di convivialità”, riferisce il fondatore della Comunità di Sant”Egidio, Andrea Riccardi. Al tavolo del Papa, sedevano accanto a lui da una parte il Patriarca ecumenico Bartolomeo I e dall’altra il prete albanese Ernst Simoni Troshani che ha vissuto la dittatura in Albania e che il Papa aveva già incontrato nel suo viaggio a Tirana come testimone di quel periodo, passato dal sacerdote per quasi vent’anni in carcere.

Al pranzo comune hanno partecipano alcuni dei 510 leader religiosi giunti ad Assisi per i 30 anni della Giornata Mondiale di preghiera per la pace convocata il 27 ottobre 1986. Nel corso dell’incontro conviviale Marco Impagliazzo, presidente della Comunita’ di Sant’Egidio, ha ricordato il XXV anniversario di Patriarcato di Sua Santita’ Bartolomeo I. A concludere la festa una torta con 25 candeline Per l’occasione è stata stappata anche una bottiglia di champagne.

Dopo il pranzo comune nel Sacro Convento, Papa Francesco ha incontrato singolarmente alcuni dei leader religiosi più rappresentativi presenti al meeting di Assisi: Bartolomeo I, patriarca ecumenico di Costantinopoli, Ignatius Efrem II, patriarca Siro-Ortodosso di Antiochia, Justin Welby, arcivescovo di Canterbury e primate della Chiesa di Inghilterra, Din Syamsuddin, presidente del Consiglio degli Ulema dell’Indonesia e il Gran Rabbino David Rosen giunto da Israele. Francesco ha poi avuto un breve colloqio privato con il grande filosofo polacco Zygmut Bauman.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*