Palestra Kennedy di Madonna alta, inaugurata colonnina salvavita

Prima di collocare la colonnina, sono stati formati all’utilizzo del DAE, dieci Persone del posto

Palestra Kennedy di Madonna alta, inaugurata colonnina salvavita

Palestra Kennedy di Madonna alta, Inaugurata colonnina salvavita. Dal Consigliere Delegato Progetto Cuore Carmine Camicia – Questa mattina è stata inaugurata un’altra colonnina salvavita nella palestra Kennedy in Via Magno Magnini a Madonna Alta, all’interno dell’Istituto comprensorio G. Pascoli – Secondo circolo didattico, nella quale si trovano anche le scuole materna, elementare e media. All’inaugurazione sono intervenuti, oltre al Consigliere Carmine Camicia, delegato al Progetto Cuore, il Maestro Alberto Catagna, gestore della Palestra, il Dr Cerquiglini, Direttore AFAS e  la dr.ssa Migliarini, dirigente del Comune di Perugia. Prima di installare la colonnina, sono stati formati all’utilizzo del DAE, dieci addetti, che entrano così, a tutti gli effetti, nella squadra degli Angeli del Cuore. “Il Progetto Cuore di Perugia ormai è inarrestabile -ha detto il consigliere Camicia- a giorni si inaugurerà un’altra colonnina salvavita a Ponte San Giovanni, dove già è iniziata la formazione dei residenti. Sono molto soddisfatto del progetto perché, giorno dopo giorno, sta rendendo Perugia sempre più Città Cardio Protetta”.

”Nonostante le poche, pochissime risorse economiche -ha proseguito Camicia- il progetto  è diventato un modello anche per altri Comuni, che chiedono ogni giorno informazioni su come organizzarlo e come rendere le loro città cardio protette.” Come si ricorderà, ad esempio, il Comune di Giffoni Valle Piana è tra questi e ha inaugurato la prima colonnina salvavita proprio durante il Giffoni Film Festival, lo scorso sabato, alla presenza di circa 10.000 persone, grazie anche alle informazioni fornite dal Comune di Perugia e dallo stesso consigliere Camicia che era stato ospite del Sindaco di Giffoni la settimana precedente all’inaugurazione.

“Il Progetto Cuore continua il suo percorso -ha concluso Camicia – tantissimi cittadini continuano a formarsi e ricordiamo che il 20 luglio prossimo sarà l’ultima data utile per le società sportive, sia professioniste che dilettantistiche, per le palestre e impianti sportivi,  per dotarsi di defibrillatore. Invito, dunque, tutte le società sportive e non solo, a dare seguito alla disposizione di legge, dal momento che, oltre a ridurre la responsabilità civile in caso di incidente, si può salvare la vita a tante persone.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*