Operazione Spada, sindaco Di Girolamo coinvolto per il filone verde pubblico

L'operazione è coordinata dal procuratore Alberto Liguori e dal sostituto, Raffaele Iannella

Operazione Spada, il Tribunale del Riesame deciderà su revoca arresti Di Girolamo
Leopoldo Di Girolamo

Operazione Spada, sindaco Di Girolamo coinvolto per il filone verde pubblico TERNI – Nell’elenco dei sette indagati dell’inchiesta Spada, ci sarebbe anche il sindaco Leopoldo Di Girolamo. Il filone d’indagine è quello legato agli appalti per la manutenzione del verde pubblico. L’inchiesta, con l’ipotesi di reato di turbativa d’asta, è esplosa lo scorso 17 novembre col blitz di polizia e guardia di finanza a Palazzo Spada e in abitazioni private dei 15 indagati. Oltre al verde pubblico l’attenzione degli investigatori è concentrata sugli appalti per la Cascata delle Marmore, le manutenzioni del cimitero, le mense, i bandi per il sistema antincendio del Caos, l’affidamento del Contact Center a Terni Reti e l’illuminazione pubblica.

L’operazione è coordinata dal procuratore Alberto Liguori e dal sostituto, Raffaele Iannella. I sette destinatari dell’atto sarebbero, oltre al sindaco, Leopoldo Di Girolamo, l’assessore ai lavori pubblici del Comune, Stefano Bucari, il dirigente comunale, Renato Pierdonati, il funzionario, Federico Nannurelli, il presidente di Actl, Sandro Corsi, il presidente di Alis, Stefano Notari e Antonio Sabatini, responsabile legale della cooperativa Ultraservizi. Durante la seduta del consiglio comunale del 19 dicembre il sindaco aveva ribadito di non aver ricevuto alcun avviso.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*